Aiuto EmergentiSocial Network

Per non essere il solito "Spammer"

Comunicare, non spammare!
Continua la mia battaglia per sensibilizzare le band a non diventare dei semplici spammatori con continue richieste di acquisto cd ecc.. ma di utilizzare i social per fidelizzare i fans e cercarne di nuovi.

Piccolo Vadecum per non diventare “Spammer”!

Le Mailing list, Facebook e Twitter permettono di condividere e aggiornare i fans sui progetti in corso della tua band: si tratta quindi di persone che hanno manifestato un interesse nei tuoi confronti e hanno deciso di seguire i tuoi aggiornamenti e supportarti. In questo caso non parliamo di “Spam” perché quei fans sono già dalla tua parte.

Oggi il termine spam ha assunto più significati: se un tempo indicava semplicemente quelle mail che inaspettatamente riempivano la nostra casella di posta e che erano destinate a finire nel cestino, oggi invece “spam” indica anche quei messaggi di sollecito che ritroviamo sulle nostre bacheche di facebook, nella sezione commenti e nei messaggi di testo o in qualsiasi altra sezione e da cui le persone non gradiscono essere tempestate per promozioni, vendite o quant’altro. A volte però lo spam può anche essere involontario, ed ecco allora qualche suggerimento per non essere accusati di spam e rischiare di perdere potenziali fans.

La tua newsletter non dovrebbe essere altro che un annuncio del tuo nuovo album o qualsivoglia lavoro in fresca uscita: spesso nonostante ormai un album, un singolo o un libro siano stato rilasciati da un pezzo si continua ad informare della loro uscita e presenza nei negozi: il pubblico ormai lo sa bene che il tuo lavoro è in vendita! Mandare continuamente mail che annunciano un lavoro, equivale a gridarlo ad alta voce con insistenza. E’ molto più utile per promuovere il proprio lavoro attraverso magari un post sul blog, la pubblicazione di un estratto o un video…insomma qualcosa di inaspettato che attiri l’attenzione.

Mai ridurre i tuoi aggiornamenti facebook ad un link di collegamento all’acquisto di un tuo lavoro: sarebbe un danno anche all’immagine, oltre che al tuo contatto con i fans. E lo stesso vale per twitter: condividere o ritwittare un numero sconsiderato di volte una frase del tipo “acquista il mio album su iTunes” infastidisce solo i tuoi fans, rischiando che non ti seguano più. Spesso ci si dimentica che i fans sono prima di tutto delle persone, e sentirsi trattati come una mera fonte di stipendio non rende più forte il rapporto che si ha con loro: come di ogni aspetto della propria carriera musicale, anche il rapporto con i fans è un elemento di cui prendersi cura con la giusta attenzione.

Allora qual è il modo migliore di fare una sana promozione attraverso email e social network?

Prima di tutto ricordarsi i destinatari della promozione e cioè i tuoi fans, alcuni già acquisiti altri potenziali: il pubblico, anche quello più fedele, è sempre da conquistare e se tu farai sentire loro di essere importanti, che hai bisogno del loro supporto e che l’aiuto e sostegno che loro ti daranno tu lo ricambi, allora vedrai che fare promozione diventerà una piacevole e attesa comunicazione. Fans e artisti devono sentirsi parte di questo viaggio comune: se farai comprendere ai tuoi fans che li aggiorni perché hai il desiderio di condividere con loro un nuovo lavoro importante, e non perché speri solo che lo vadano a comprare, loro lo avvertiranno e si stabilirà una sintonia speciale che trasforma la promozione in qualcosa di più di uno spam: uno scambio di emozioni e supporto.

Previous post

Intervista ai Noiseful Silence

Next post

Won, l'esordio con: "Isolution", l'elettronica riparte da qui

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”