BandVarie

Who are you? Ma tu chi cazzo sei ?

Se il buongiorno si vede dal mattino
Non vuole essere uno sfogo ma semplicemente mi sono accorto che molti di voi non mi conoscono per come sono veramente, qual è il mio background e perché mi piace essere quello che sono!

“Ma tu chi cazzo sei per dispensare consigli!”

Ecco la frase al posto del buongiorno che mi sono trovato stamattina su messaggio FB. Come una doccia fredda che ti toglie il fiato per alcuni secondi. Ma poi l’effetto è energizzante, stimolante .
Sarei un illuso se a tutti facessero piacere i miei post su come promuoversi al meglio, vedere la vita con positività ecc… Dunque anche questi sfoghi sono ben accetti, anzi, mi aiutano a fare qualche riflessione in più, che davo per scontato.

Giustamente non ho titoli accademici che mi possano certificare la qualifica di esperto, ma servono dei titoli per qualificarsi come esperto? Non serve “l’olio di gomito” forse? Il lavoro su strada ? Giustamente però mi viene fatto notare che dovrei qualificarmi per poter dispensare consigli. Spiegare a quale titolo li faccio così un qualunque lettore possa decidere in solitaria se sono un possibile esperto della materia oppure un chiacchierone e basta.

Difficile la cosa, mi sento tutti e due 🙂

Scherzi a parte, non mi reputo un esperto ne tantomeno un Guru della promozione on-line. Sono principalmente una persona a cui piace aiutare gli altri a raggiungere i propri obiettivi perché questa cosa fa tanto bene a loro quanto lo fa a me. Sono stato abituato da piccolo a viaggiare molto, a conoscere diverse culture e religioni. Questo mi ha permesso di avere una visione più aperta di quello che mi circonda. Di valutare da diverse prospettive ogni avvenimento. Il lavoro mi ha poi portato a confrontarmi con diverse tipologie di marketing, vedendo quello che funzionava e quello che invece non andava proprio. Mi piace leggere su argomenti che mi interessano e vado ad approfondire le tematiche che mi toccano da vicino. La padronanza della lingua inglese mi porta a leggere molti libri Americani, patria delle informazioni che ci vengono a mancare qui in Italia per le scarse traduzioni che si trovano nelle nostre librerie.

Ecco, per rispondere alla mail che ho ricevuto oggi e per dare un senso a chi segue i miei articoli e che si sarà chiesto chi sono io per poter dire la mia in fatto di music marketing, io sono un bel frullato di tutto quello che avete letto sopra, versato in un grande bicchiere che è la musica Italiana.
Quello che ti chiedo è di cercare in te gli stessi ingredienti, seguire le mie ricette e vedere come esce il tuo frullato . E’ buono ? bene, ho raggiunto il mio scopo. Non è tanto buono? Cambia qualche ingrediente finché non trovi il tuo frullato preferito. Anche in questo caso, ho raggiunto il mio scopo.
Non ti piacciono i frullati? Pazienza, non è un mio problema.

Ciao a tutti e buona musica!

Previous post

17Crash: hard rock melodico

Next post

I Nastri: il fresco pop sperimentale

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”