Aiuto EmergentiBand

10 mosse per smuovere la tua carriera musicale





Alcuni suggerimenti per la tua carriera



Non ha importanza a che punto i trovi della tua carriera, perché quello che conta è guardare sempre al principio, alle basi che ti permettono di portarla avanti.

Partire ogni volta come se tu fossi un principiante può essere un’arma vincente perché ti permette di vedere e cogliere tutte le possibilità che hai. Ecco allora di seguito i dieci suggerimenti che ti aiuteranno ad avanzare nella tua carriera musicale.




1. Disporre di un piano


Scrivilo! E ‘ stato più volte dimostrato che scrivere può psicologicamente aiutare nella stesura, elaborazione e compimento dei tuoi obiettivi, perché non solo si recepiscono meglio le informazioni ma ti permette anche di focalizzarti con più chiarezza sul piano da portare a termine. Se hai già appuntato i tuoi obiettivi, riscrivili nuovamente su un pezzo di carta: spesso riscriverli può condurti a nuove intuizioni, capaci di migliorare l’efficacia del tuo piano. Bisogna acquisire una certa flessibilità nel formulare i propri obiettivi, così da non incontrare confusione e incertezza al momento della loro concretizzazione.




2. Tutto è in vendita


Lavorare da professionista nel mondo della musica ti porta inevitabilmente alla consapevolezza che non c’è davvero nulla che non sia in vendita, un concetto non facile da digerire per tutti. La musica è vero che è pur sempre un’arte che linguisticamente è capace di comunicare a tutto il mondo, senza distinzione alcuna, ma è anche una forma di intrattenimento e come tale un professionista è anche un po’ un “animatore” che viene pagato per il tempo e la fatica che vi dedica. Ecco perché è fondamentale imparare ad amare ed apprezzare anche questo aspetto. Che tu sia sul palco o ad una conferenza, ricorda che tutto ciò che fai ha un prezzo.




3. Network


Quante volte avrai sentito che non è tanto quello che sai, ma chi ti conosce: certamente è vero, però non va dimenticato che sei sempre tu a scegliere le persone di cui circondarti, puntando su quelle che potenzialmente non solo possono essere indispensabili per lo sviluppo della tua carriera ma che siano anche potenzialmente in linea con la tua filosofia d’azione. Non si possono certo distribuire biglietti da visita a tutti! Bisogna allora prima di tutto chiedersi che cosa tu abbia da offrire ad un altro, e per quale motivo possa sentire il bisogno di legarsi a te: il network è la ragnatela di uno scambio reciproco, dove ogni filamento è collegato ad un altro e resta stabile perché c’è una tensione d’aiuto reciproca. Per questo bisogna aiutare gli altri spinti dalla reale volontà di volerlo fare, per dare e ricevere.




4. Collaborare creando partnership


In un mondo ideale ci piacerebbe disporre di un’ingente somma di capitali che possa pagare il lavoro di tutti, ma non si tratta di questo mondo. Se pure però non si dispone di una grande quantità di soldi non è detto che siano l’unico modo per ringraziare il lavoro di qualcun altro: a volte basta chiedere di cosa ha bisogno l’altro per ricambiare il favore, e costruire una partnership intelligente.




5. Circondati di “vincitori”


Attenzione! Non vogliamo dirvi che dovete andare alla ricerca unicamente di vittoriosi ma sapersi circondare delle persone giuste, quelle che colta la tua passione ti spingono a proseguire e ti incoraggiano. E’ molto importante avere qualcuno che ci sostenga, e non trascorra il tempo a ricordarci quanto sia rischioso e complicato il gioco che stiamo portando avanti. A volte può essere molto utile leggere le storie di persone di successo, e prenderne esempio per modellare al meglio il nostro percorso: una sorta di mentore, meglio ancora se riesci a trovare uno in carne e ossa che possa guidarti e orientarti alle migliori prospettive.




6. Correre rischi


Lungo un percorso è inevitabile trovarsi a fare i conti con delle scelte importanti con cui tuttavia possiamo non avere una certa familiarità: supera i dubbi, la timidezza, poniti delle sfide costanti che ti facciano crescere.




7. Essere ottimisti


Il pessimismo è una grave malattia: un conto è essere razionali, l’altro è affrontare con oscurità, insicurezza e paura le sfide che ci pone la vita. Ecco perché tornando al punto precedente abbiamo bisogno di vincitori: sono loro che possono spingerci con la giusta dose di entusiasmo a proseguire per le strade più ripide.




8. Essere professionali


Presentati con serietà e professionalità alle persone che ti circondano, ed in questo caso spesso conta anche l’immagine: in un ambiente professionale un abbigliamento adeguato, un linguaggio pertinente all’occasione, scrivere una mail in modo corretto sono segnali di un vostro modo di essere e presentarvi in un determinato contesto.




9. Educare se stessi


Una buona cultura e informazione sul tuo settore non guasta di certo, ma anzi è un vantaggio in più nel mostrarsi appetibili al mercato quanto alla conversazioni: essere a conoscenza delle ultime novità musicali o sulle novità di diversi ambiti del tuo settore ti aiuta non solo nel rapporto con gli altri, ma torna utile anche a te stesso nell’improntare delle efficaci strategie di business.




10. Farsi notare


Tranquillo, nessun abbigliamento o comportamento eccentrico! Basta la buona vecchia regola dell’essere se stessi: ciascuno di noi è unico, ha un suo mondo da far scoprire e questo basterà a renderti memorabile agli altri facendo delle semplici associazioni mentali. Per distinguersi e andare avanti è importante diventare unici e straordinari in quello che si fa, ecco perché è importante che tu metta in moto anche la tua creatività che ti renderà autentico e appassionato all’interno del settore che ami e in cui desideri lavorare.




Banner 2




Previous post

Eleuteria “Brucerei il mare”

Next post

INSTAGRAM : 6 dritte per aumentare i tuoi follower

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”