Band e RedazionaliRecensioni

Prophexy: all’ "IMPROVVISO"

Tra melodico e psichedelico

I PropheXy sono una band che dà vita a mix di intricate texture melodico e psichedelico; la risultanza dei voli istrionici di questi talentuosi è un personalissimo Pro-Aggressive Rock.

Esponenti del Progressive Rock italiano ed europeo con la partecipazione al tributo ufficiale italiano ai King Crimson (“The letters: an Italian unconventional guide to King Crimson”) edito nel 2005 dalla Mellow Records e che vede la partecipazione, tra gli altri, del pianista Stefano Bollani. La rielaborazione di “The great deceiver” ottiene favorevoli consensi. Cosi come viene ben accolto “Scartomanzia”, il promo autoprodotto del 2006. Con questo lavoro il gruppo riesce ad aggiudicarsi il primo posto nella sezione rock della rivista Acid Jazz che pubblicherà il brano “Plasticosmic” nella compilation allegata al numero di agosto 2006.

La band vanta anche collaborazioni con Anekdoten (SWE), Sleepytime Gorilla Museum (USA), Holding Pattern (USA), Le Orme, Deus Ex Machina, Maschera di Cera. Il solidificarsi della formazione ottenuto attraverso le numerose esibizioni live in versione elettrica ed acustica porta alla realizzazione dell’ album “Alconauta“, prodotto, registrato e mixato autonomamente dai PropheXy.

Di recente l’attività live è affiancata dalla collaborazione con Richard Sinclair (storico bassista e cantante di Caravan, Hatfield and the North e Camel), che nel 2011 porta la band sui palchi prestigiosi del Naima Club di Forlì e del We Love Vintage Festival. Nel giugno 2013 esce “Improvviso“, un album live registrato al teatro San Sebastiano di Valli del Pasubio (VI) l’anno precedente, lavoro che contiene la partecipazione di Richard Sinclair in due bonus tracks.

Il particolare sound della band è un amalgama di melodie psichedeliche, di strutture melodiche intricate e tempi estremamente originali; atmosfere parossitiche si diluiscono in virtuosismi melodici a cui seguono escursioni jazz rock, e un quadro generale di pura sperimentazione: trame, arpeggi, suoni vintage, varie sfaccettature mixate, alternative, progressiva, samba…in una danza impazzita di note che segue incantata e incantevole la voce di un flauto nervoso e magico.

Lineup:
Gabriele Martelli – Chitarre
Diber Benghi – Tastiere
Alessandro Valle – Basso e Flauto
Luca Fattori – Voce
Stefano Vaccari – Batteria

unnamed (4)

 

Previous post

FRANCESCO COSTANTINI

Next post

Come il tuo gruppo può fare la differenza

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”