Aiuto EmergentiBand

Vendere musica: i 10 step per testare il tuo pubblico

Il sistema vendita

Di seguito ecco i dieci passi per migliorare il tuo modo di vendere musica e quindi far salire i tuoi compensi: ti aiuterà a capire come gestire e investire i tuoi soldi tenendo d’occhio la crescita e la tipologia del tuo fanbase.

Da tenere bene in mente è che un sistema di vendita si costruisce sui contenuti e non semplicemente su messaggi promozionali. La promozione va fatta concretamente: foto, video musicali, blog, tweet, facebook sono le armi migliori per conquistare l’attenzione dei fan.

IN CIMA AL SISTEMA

Non importa di chi si tratta: chiunque diventi vostro fan inizierà sempre da qui, dalla cima. Sono tutti coloro di cui siete riusciti a catturare l’attenzione attraverso un marketing efficace e una buona strategia promozionale. E’ la parte più ampia dove si trovano fan generici che vengono incoraggiati a conoscervi maggiormente: sono potenziali fan che si sono accostati a te ascoltando musica e band simili, parlare con loro richiede un utilizzo intelligente di tecniche di marketing che richiedono poco tempo e poco investimento.


1. Costruire il proprio spazio mediante contenuti

Per conquistare questo tipo di fan è indispensabile giocare con i contenuti: ad ogni foto, post, video e tweet condiviso chiediti sempre quanto valore assume per quel potenziale fan. Ha cambiato la sua giornata? Può suscitare un certo entusiasmo ed interesse?

I contenuti devono essere creati e condivisi con una certa regolarità, e per facilitarti puoi stilare un calendario: si tratta di contenuti che prescindono dall’uscita di un album o singolo, si tratta di marketing quotidiano da fare attraverso social media, blog e strumenti di comunicazione immediata ed efficace. Con un po’ di fortuna potrai contare su qualcuno della band che monitori questi progetti, ma se nessuno ha tempo meglio prendere in considerazione l’idea di assumere qualcuno.


2. Social Media

Tutti conoscono Facebook e Twitter, ma tutti sanno usarli davvero? Ciascuna di queste piattaforme ha i suoi pregi e i suoi difetti, per cui per ben utilizzarle bisogna conoscerne ogni aspetto per riuscirne a trarre il meglio a seconda delle proprie esigenze. Se usati correttamente l’uno può completare le mancanze dell’altro.

Molti artisti oggi sono riusciti a raggiungere il successo con un semplice video su YouTube: questo non può accadere a tutti, così come non è vero che è indispensabile un video virale per fare la fortuna di un’artista. Una band può essere abbastanza capace da raccogliere una buona lista di contatti nella propria mailing list, con i quali condividere contenuti e informazioni e riuscire ad incrementare le proprie vendite.


3. Il contatto reale: scegliere le occasioni migliori

Tutto il marketing non si riduce unicamente ad Internet, perché il contatto diretto è un’altra arma fondamentale: basta scegliere gli eventi giusti, anzi durante gli anni di magra è la soluzione più efficace ed economica per incontrare non solo il tuo pubblico ma anche altri gruppi con i quali interagire e far nascere magari delle collaborazioni. L’importante è saper scegliere l’evento giusto che ti permetta non solo di esibirti live, ma anche di poter incontrare persone interessanti e rilevanti.


4. Catturare l’attenzione della stampa

I giornali locali amano parlare delle band del posto: farlo è un vantaggio biunivoco. Bastano telefonate e comunicati stampa per entrare in contatto con la stampa locale, grazie alla quale potrai incoraggiare i lettori ad ascoltare la tua musica e iscriversi alla mailinglist.




IL CENTRO DEL SISTEMA

Al centro del sistema di vendita ci sono i fan qualificati, quelli che sono tuoi seguaci su Twitter e Facebook e generano traffico in entrata: ascoltano la tua musica, ti seguono ma ancora non hanno deciso di acquistare la tua musica, sia in materia di concerti che di album. Vanno quindi tenuti d’occhio.

Qui ci sono i fan potenziali, che si sono interessati alla tua band per qualche motivo in particolare ma devono ancora crescere per diventare seguaci veri e propri. Partecipano attraverso i social media alle tue attività, seguono la tua mail ma ancora non li hai conquistati del tutto, ed è qui che ti devi giocare il tutto per tutto perché diventino un valore di business per la tua band.


5. Intensifica la tua presenza sul web

Una buona pagina web e piacevole da visitare è sempre un buon modo per attirare l’attenzione: interattività attraverso la possibilità di commentare e condividere foto, stati, frasi, video, e l’iscrizione a forum o newsletter sono un buon biglietto da visita per incontrarsi con il tuo pubblico ma anche per far incontrare il tuo pubblico!


6. Incremento del follow-up

Tieni sempre aggiornati sulle tue attività questi potenziali fan: un sistema di email automatizzato può aiutarti a non sprecare tempo, semplicemente programmando il contenuto delle tue mail, a cui oltre ad aggiornamenti puoi aggiungere mensilmente una sorpresa: uno streaming, l’ascolto di un singolo in anteprima…

La posta elettronica è uno strumento di marketing molto efficace, al momento ancora il più importante e incontrastato ma va usato con cautela: condividi e invia solo contenuti veramente importanti. Sponsorizzare l’album una volta va bene, ma non pensare che riuscirai a venderlo mandando un email.




ALLA FINE DEL SISTEMA

I potenziali clienti di questo spazio sono pronti e qualificati per acquistare la tua musica, e magari proprio di recente hanno acquistato un tuo album o il biglietto del tuo ultimo live. Non hanno più dubbi, fai parte della cerchia delle loro band preferite e sono pronti per sostenerti: se se riuscito a portarli fin qui vuol dire che sei riuscito a catturare la loro attenzione che hanno ricambiato attraverso commenti, foto, presenza e acquisti. Non hanno dubbi sul fatto che hai tanto da offrire loro.


7. La vendita digitale

Vendere musica digitalmente è un bonus non una meta, per cui lo consideriamo una strategia opzionale.


8. Pre-vendita dei biglietti

Molti saltano questo passaggio, ma per quale motivo dovresti fare un tour e non pre-vendere i tuoi biglietti? O anche i tuoi gadget? Avere una mentalità pre-vendita ti può aiutare anche a gestire il tuo denaro: capire quanto dovrai investire per il merchandise e quanto guadagnerai dal tuo tour, regolandoti anche su quanto dovrai spendere in campagna pubblicitaria.
Tante band si lamentano del pay to play, e con la pre-vendita hai la possibilità di poter prevedere i guadagni e ammortizzare le spese, ed è una sorta di garanzia: ciò che conta è saper promuovere e vendere i biglietti.


9. Merchandising

La regola d’oro del merchandising è quello di tenerlo sempre aperto e fresco, per offrire al tuo pubblico sempre il meglio e anche tante novità. Non dimenticare di portare qualche gadget o t-shirt in concerto, così da non spendere nulla per le spese si spedizione. Inoltre invece di portarti t-shirt in giro per tutto l’anno, basta stabilire una singola vendita in un preciso momento per poi fermare le vendite dopo e valutarne il risultato. In questo modo potrai capire anche quale merce ha più successo, e quindi sulla quale conviene investire maggiormente.


10. Creare una mailing list per i fan speciali

Ci sarà sempre il gruppo di fan speciali: quelli che non si perdono una data, un album, un singolo e qualsiasi contenuto o novità tu condivida. Sono quei fan che vanno premiati per la loro fedeltà, e che meritano delle email speciali per essere ricambiati di tutto il loro affetto.

Siamo alla fine del sistema, dove ci sono le persone che abbiamo conquistato con la nostra personalità e il nostro lavoro e che soprattutto credono in te. Loro sono il tuo fan club, fan di lunga data che ti hanno seguito da quando eri ancora sconosciuto: sono quelli da cui maggiormente dipendono le tue vendite, e quindi le tue entrate. Meritano per questo un posto speciale.

Seguire il sistema di vendita richiede una certa attenzione e costanza per poter ottenere dei risultati concreti, ma ne vale la pena per gestire meglio la tua carriera, conoscere i tuoi fan e dare alla tua carriera musicale un valore aggiunto attraverso il quale saprai sempre orientarti e regolarti nella comunicazione con il tuo pubblico. Oltre ad aiutarti a comprendere come e quando investire al meglio il tuo denaro.



” Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo utilizzando i pulsanti qui sotto. Grazie! “