Aiuto EmergentiBand

Hai già pensato ad un Manager per la tua band ?

L’importanza di un buon manager musicale

Per la riuscita dell’attività musicale è necessario avere un buon manager; non importa che abbia tanti anni di esperienza, ma che sia aggiornato sul mondo della musica, abbia delle conoscenze nell’ambiente e tanto istinto per le scelte giuste. Il manager mantiene i contatti con produttori, le case discografiche e artisti vari, contratta e discute di eventuali ingaggi, mantiene l’immagine della band in rilievo e partecipa a tutti quegli eventi che possono procurare lavoro al gruppo; è molto importante avere un buon manager.

difficile fare tutto da soli, se non avete le doti necessarie farete solo un gran flop



Tutti preferiscono contattare il manager

Il manager vine contatto più volentieri da giornalisti e label che non i musicisti direttamente; parlare con il manager è più diretto e si può essere più franchi; il manager ha più probabilità dei musicisti di ottenere contratti, ospitate e partecipazioni a concerti o inviti a live; occasioni e lavoro insomma che servono a farsi un nome. Presentarsi attraverso un manager da più prestigio e credibilità a una band; è molto più d’effetto mandare il manager a condurre trattative iniziali; è molto più cool che lui si occupi di telefonate e di appuntamenti; non dimentichiamo che nel mondo artistico l’immagine è tutto.


A ognuno il suo ruolo

Inoltre è utile anche perchè la band dovrebbe solo concentrarsi sulla produzione della musica e delle canzoni che poi il manager deve saper “vendere” bene; è lui che deve occuparsi del business del gruppo, delle spese e dei guadagni, gli artisti devono solo produrre buona musica e accettare interviste e altri metodi di diffusione procurati dal manager, collaborando anche se a volte comporta sacrifici.


La presenza del manager azzera i contrasti nella band

La presenza del manager può essere utile anche ad evitare contrasti tra i membri del gruppo , ed è utile anche per gestire ogni tipo di contatto possa portare lavoro e apparizioni al gruppo, valutando in modo neutrale ma professionale le varie opportunità, decidendo per tutti; se invece è la band a occuparsi di tutto questo ecco che possono sorgere diverbi per una differente visione delle cose; troppi pareri sollevano caos, molto meglio sia il manager a valutare e a illustrare al gruppo il tipo di contratto offerto; se la band vuole decidere in modo autonomo in ogni caso deve discuterne con il manager.


Come deve essere un buon manager?

Se volete avviare bene la vostra carriera musicale dovete come primo passo trovarvi un buon manager che costruisca la vostra rete ci contatti e di eventi, valutando tutti i possibili mezzi e tutte le migliori opportunità che possono capitargli tra le amni; un buon manager deve essere professionale, organizzato, lungimirante, onesto e molto dinamico; deve avere passione e interesse per il vostro progetto e soprattutto credere nella vostra musica .


Servizi



Previous post

FABIO CANCELLARA GÓMEZ : “NIENTE È IMPOSSIBILE”

Next post

Nuova collaborazione: KENDAN - #ESTATEMENTALE

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”