Band e RedazionaliRecensioni

Andrea Ricciardini: Road to Future l’album d’esordio

Andrea Ricciardini è un musicista polistrumentista; Andrea si avvicina alla musica molto presto, iniziando a suonare la batteria nel 1985 all’età di 12 anni da autodidatta. Nel 1988 si trasferisce a Siracusa e in quella città vive le prime esperienze musicali. Gli anni a seguire sono impegnati tra lo studio della musica e avariati eventi; infatti Andrea ha fatto parte di una decina di band della scena siracusana,la sua ricerca di esperienze in campo musicale lo porta anche ad approcciarsi a mansioni indirette come tecnico del suono e altro, ma sempre all’insegna dell’arricchimento di un bagaglio personale, professionale e emozionale. Andrea ha realizzato da poco il suo primo album di musica strumentale, di genere Rock-Progressive.

L’album si intitola Road to Future e si compone di tredici tracce unicamente strumentali; l’album pur essendo un esordio, denota il peso delle esperienze accumulate e lo spessore degli studi, nonchè una palese eclettica passione; lo stile è un gradevole mix tra lo sperimentale, e l’hard rock; le linee armoniche padroneggiano il polistrumentismo in modo eccellente e l’impronta è unica seppure permeata da influenze iconiche; il ritmo a tratti pare volutamente dissonante, ma poi in ogni brano si ricompone la melodia classica espressa con le più futuristiche visioni musicali, personali e emotive dell’artista; un lavoro di ricerca e ricercato, ricco di dettagli musicali e di intarsi stilistici.

Tracklist di Road to Future

1. BrainWave
2. Earth’s Future
3. Empty String
4. To the Extreme
5. Lost in Time
6. Rem Work
7. Remembering
8. Enharmonic Tune
9. Nbfunk
10. Far Away
11. On a Mission
12. Sunset
13. Birmingham Sky

Ascolta Road to Future qui: http://andrearicciardini.zimbalam.com/

Facebook: https://www.facebook.com/A.Ricciardini




album

Previous post

Cris Geco – “La tribù degli arlecchini”

Next post

#TRE, il nuovo disco del cantante genovese Gianluca Corrao

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”