Band e RedazionaliRecensioni

Opificio del Dubbio “D’istinto”, l’esordio

“D’istinto” è il titolo del disco d’esordio dell’Opificio del Dubbio; l’album contiene sette tracce in cui sono presenti sonorità metal, ma anche riff punk rock e qualche “spruzzata” di ska, il lavoro di questa band si fa subito notare per l’abbondante introduzione di strumenti diversi dal solito, del tipo: banjo, mandolino e flauto traverso; lo stile non è (volutamente) definito, ma spazia in diversi altri, con passaggi originali, come in una lunga passeggiata attraverso scenari differenti. I brani sono da ascoltare con attenzione, perchè i testi pur essendo vagamente ermetici, esprimono con termini inusuali l’essenza della visione propria del mondo, questo incuriosisce e intriga.

I temi sono l’amore, la politica, la natura, trattati con un’estrema ricerca dell’originalità, spinta ai massimi livelli, l’impegno è grande e le basi ottime; forse il disco è una sorta di indovinello per chi ascolta, cioè scoprire tra le mille sfaccettature create dalla band, il vero volto dell’Opificio del Dubbio. Lavoro interessante, alla scoperta di nuove frontiere musicali.

L’Opificio del Dubbio nasce nel 2013; la band sceglie come nota distintiva il mix tra strumenti classici (flauto, banjo, bouzouki, mandolino) e strumenti moderni (chitarra e basso elettrici), espressione di esperienze musicali diverse e passioni collettive. Il loro genere è un rock contaminato dalla musica di vario genere, i testi delle canzoni sono in italiano. Nel dicembre del 2014 pubblicano il primo disco intitolato “D’istinto”. Disponibile in tutti gli store online, in streaming gratuito su Spotify e Deezer e in vendita ai concerti.





Line- up

Riccardo Frigo (voce),
Roberto Faresin (basso),
Stefano Rizzato (mandolino, banjo, bouzouki),
Luca Menegozzo (chitarra elettrica),
Simone Buttarello (batteria),
Giacomo Barone (flauto traverso)



Tracklist

1. Dipinto d’Autunno

2. Profeta

3. Vento nella Gabbia

4. Raggio di Sole

5. In Becco al Gheppio

6. Narcolessia

7. Nullità e Divinità

SOCIAL:
https://www.facebook.com/opificiodeldubbio
https://twitter.com/odidubbio
https://instagram.com/opificio.del.dubbio/
http://www.rockit.it/opificiodeldubbio
https://play.spotify.com/album/1cU4OzYP5S8CrReLszalqg
http://www.deezer.com/album/9301774

opificio1_840


opificio del dubbio

Previous post

10 modi per rendere il tuo show indimenticabile

Next post

4 consigli per rendere efficaci i tuoi obiettivi

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”