Aiuto EmergentiBand

5 caratteristiche del Musicista Professionista

Essere un musicista è meraviglioso. E’ quasi un crimine che la gente si sia autorizzata a fare musica per vivere, e come per ogni crimine la musica di solito non paga.

Per fare una serata che paghi, i musicisti hanno bisogno di raggiungere un alto livello di professionalità che spesso è molto meno glamour della vita di una rockstar.



Mentre queste qualità potrebbero essere ovvie, potresti essere sorpreso da come molte prime donne là fuori non le abbiano.




1) Seguire bene le direzioni

Proprio perché molti musicisti vivono facendo musica per altri, loro devono essere ben disposti a fare quello che altri vogliono. Se questo ti sembra vago, lo è. Qualunque cosa tu sia ingaggiato a fare, suonare ad un matrimonio, scrivere un jingle, suonare come accompagnatore, essere un musicista da studio, fare il musicista di platea a Broadway o per qualsiasi comunità teatrale, devi essere bravo a cogliere le direzioni che ti si presentano.
Molte volte queste direzioni sono comunicate da persone che miseramente non conoscono la musica, ma un musicista professionista sa come tradurre qualsiasi tipo di istruzione rapidamente, senza abbattersi, e rendere felice il suo cliente. Altre volte prenderai disposizioni rapide da un direttore d’orchestra che sa esattamente ciò che vuole, e la tua abilità sarà quella di adattarti rapidamente a quella richiesta. Queste sono le uniche vie di comunicazione dove non c’è tempo di fare domande. Dai il meglio di te in questo scenario e vedrai che questo ti porterà riconoscimenti e più lavoro.




2) Organizzarsi bene

In poche parole, tieni un calendario e impara come distribuire il tempo. Non c’è nulla di più frustrante e imbarazzante di un ritardo. In un mondo di grandi musicisti ci si azzuffa per sbarcare il lunario, le programmazioni sono molto frenetiche e imprevedibili: ciascuno prova a prendersi il suo spazio di prova e poi arriva tardi alla serata. Ma se non tieni tutto sotto controllo e non sei dove hai bisogno di essere in tempo, allora rischi di perdere il lavoro. Semplice e chiaro.

In più avrai bisogno di probabilmente di avere a disposizione molto materiale. Molti musicisti accompagnatori di diverse band, devono imparare tutta la musica originale dei cantautori che li chiamano, e riproporre canzoni ai matrimoni o alle serate. Conservare tutta questa musica nella propria testa diventerà sempre più facile con la pratica, ma all’inizio avrai bisogno di imparare a organizzarti.




3) Buone capacità di comunicazione

Quando hai a che fare con persone che sanno poco di musica e non molto di business, devi essere bravo a condurre la conversazione. Offri spunti, proponi contratti e sappi dire cosa vuoi senza cadere in atteggiamenti aggressivi quanto avidi. E non aver timore di fare domande.
Dall’altro lato però avrai a che fare anche con altri musicisti. Presentati alla prima prova con la musica già pronta. Se si tratta del tuo concerto o sei un direttore musicale, assicurati che la tua musica sia scritta con cura o creata con programmi come Finale o Sibelius. Assicurati che i fogli con la musica indichino chiaramente lo svolgersi della performance( coda, ripetizioni..). Se ti aspetti che gli altri musicisti lo apprendano da Cd o Mp3, assicurati che abbiano le tracce giuste e che siano a conoscenza di qualsiasi variante non presente sul supporto registrato. Queste cose faranno si che la prima prova scorra nel modo migliore possibile.




4)Suona bene con gli altri

Questo dovrebbe essere spontaneo, senza troppe chiacchiere, ma potresti essere sorpreso. Non si tratta solo di saper muovere il sedere, ma di essere capaci di abbassare i toni e riprodurre ciò che la musica richiede. Si dice che:

i chitarristi sono noti per amplificare troppo e non stare mai in silenzio, i cantanti si drogano quando non cantano e gli manca non essere al centro dell’attenzione, mentre i batteristi fanno troppo rumore.




(Volutamente tralasciato il ruolo del Bassista in quanto sono di parte 🙂 )
Se è molto importante saper fare assoli, è altrettanto importante essere in armonia con tutti o contribuire a far suonare meglio il solista. Suonare con gusto e con lo stile appropriato ti porterà più benefici dell’essere abile a rovinare tutto.




5) Essere pronto al lavoro

Inoltre, la differenza maggiore tra il professionista ed uno qualsiasi è la preparazione, che è sempre la stessa in qualsiasi campo. Un venditore esperto conosce bene il suo prodotto, un esperto professionista di marketing conosce bene il suo target di pubblico, un custode professionista conosce bene quale tipo di pulizia utilizzare per le superfici. Allo stesso modo, un musicista professionista sa presentarsi alla serata con gli strumenti giusti, i vestiti appropriati ed è preparato a fare musica. Ripeto quest’ultimo punto: un musicista professionale sa come vestirsi, qualsiasi sia il tipo di serata. Le infradito sono probabilmente un’idea di cattivo gusto a meno che non ci si ritrovi in uno spazio d’erba.

In sintesi, se vuoi essere riconosciuto come un musicista professionale, fai un passo indietro e tieni conto di queste cinque qualità. La musica è un campo altamente competitivo e padroneggiare uno strumento è semplicemente il primo passo per diventare un musicista esperto. Per quelli che vogliono portare la loro carriera a livelli alti, la cosa che rende professionali a parte tutto il resto è quello che possono fare al di là del suonare il proprio strumento.




Banner 2