Aiuto EmergentiBand

I 12 passi (giusti e sbagliati) per pubblicare un album

I 12 Passi per rilasciare un album (Nel modo peggiore)





Step 1: Scrivi una manciata di canzoni, fai live show e realizzi delle registrazioni di prova.


Step 2: Pensi a quanti soldi tu e la tua band potreste investire per realizzare le registrazioni, valutando diversi studi di registrazione, le potenzialità e le possibilità che ciascuno ha da offrire.


Step 3: Ne scegli uno e inizi a registrare con il primo tecnico del suono che trovi disponibile.
Inizi a lavorare sulla tua prima canzone, poi sulla seconda, poi sulla terza: ti rendi conto che c’è molto da lavorare sulla strutturazione e arrangiamento, e non sai quanto tempo potrà richiederti.


Step 4: Inizi a cercare di far dialogare tempi e budget, che non ti basta mai, e scopri che il tecnico di cui ti stai avvalendo non la pensa esattamente come te. A lui la tua musica non va giù.


Step 5: Cerchi di raccogliere soldi per ulteriori incisioni, tieni il progetto in sospeso per le prossime 5 settimane.


Step 6: torni in studio con un nuovo ingegnere del suono, ma ti accorgi che nemmeno lui è adatto alle tue esigenze. Ci sono seri problemi di comunicazioni e aspettative, e non ti senti a tuo agio a cantare davanti a lui, un tipo freddo che si limita ad eseguire senza indirizzarti e darti consigli.


Step 7: Sei di nuovo a corto di soldi. Chiedi consiglio su qualche forum su internet, e arrivi alla conclusione che non ci sono alternative. Hai bisogno di uno studio di registrazione dalla strumentazione più costosa e quindi avrai bisogno di ancora più soldi, decidi allora di metterti in proprio per risparmiare almeno un po’, e in più nel corso di pochi mesi devi anche imparare ad usarli al meglio.


Step 8: Impari a mixare. Dopo otto mesi le tue canzoni hanno un suono decente, ma non sono il massimo da presentare ad un pubblico, ma sei sicuro che in uno studio specializzato nel mastering le cose potranno migliorare.


Step 9: Vai allora nel migliore studio di registrazione di cui hai letto su internet e lasci che facciano il loro lavoro, anche se sanno perfettamente che le canzoni suoneranno ancora peggio dopo la masterizzazione.


Step 10: Finalmente rilasci tutte le tue tracce, in poco tempo sono disponibili su Amazon, Itunes e le promuovi su Facebook e Twitter. Le pubblichi tutte, senza decidere di puntare prima su una canzone in particolare che ti permette di “lavorare” sul tuo pubblico.


Step 11: I tuoi seguaci sono troppo pochi sui social, devi allora lavorare sul social marketing. Inizi a farlo, ma scopri che c’è bisogno di tempo e studio come ogni lavoro ed inizi ad annoiarti. Allora ti rivolgi a qualche blogger che possa pubblicizzare il tuo album, ma incroci le dita perché intanto dall’uscita sono già passate quattro settimane. Infine proverai a rimediare con qualche show.


Step 12: Fine dei giochi.



I 12 passi per pubblicare un album (Nel modo migliore)





Step 1: Scrivi una manciata di canzoni. Suonale costantemente, registrale, realizza delle demo, ascoltale criticamente e poi registrale ancora.


Step 2: Inizia a costruire una piattaforma per la tua musica, connettiti con potenziali fan, collaboratori e grandi artisti che suonano con te. Suona, senza sosta.


Step 3: Inizia ad informarti su potenziali produttori e ingegneri. Ottieni informazioni e suggerimenti da musicisti di cui apprezzi le registrazioni. Ricerca sul web, ascolta demo.


Step 4: Mettiti in contatto con le persone che hai individuato e che potrebbero fare al caso tuo. Chiacchiera con loro, approfondisci la conoscenza e assicurati che siano realmente interessati al tuo progetto. Dopo aver parlato con diversi di loro, contatta la persona che hai scelto e coinvolgila nelle prime fasi del tuo processo di lavoro. Invita il produttore, il tecnico del suono a cui hai deciso di affidarti ad ascoltare le tue demo e ad ascoltare dal vivo un tuo show. Coinvolgili nella scelta delle canzoni e nella strategia da perseguire.


Step 5: Inizia a lavorare con il tuo produttore: stabilite insieme obiettivi, tempi e prezzo. Lavorare con un produttore o un tecnico del suono costantemente aiuterà a delineare meglio il tuo progetto discografico.
Una volta stabilito il budget, che dovrà venire incontro alla tue esigenze, assicurati di poter sostenere economicamente il progetto in tutta la sua durata. Deve essere comodo per raggiungere tutti gli obiettivi che ti sei prefissato.


Step 6: Ora che tutti i fondamenti del progetto sono chiari, puoi iniziare a lavorare con il produttore o tecnico del suono su aspetti più artistici, come ad esempio gli arrangiamenti.
Se possiedono già uno studio di registrazione, valutate insieme se è adatto alle vostre esigenze o sarà il caso di optare per un altro spazio. Dialogare in questa fase è fondamentale per decidere quali saranno i luoghi in cui registrerete.


Step 7: Tieni sempre da parte la giusta cifra per affrontare questo progetto, assicurando di mettere da parte qualche soldo dallo stipendio, prestiti, ricavi da serate o di crwofunding, cerca sempre sostenitori. A riguardo puoi anche chiedere al tuo produttore di sostenerti, fornendoti consigli e suggerimenti per migliore le tue strategie di marketing. Se il produttore in questione ha molti contatti è senz’altro un fattore che può fare la differenza in termini di supporto e di contatti: invitalo infatti a condividere il progetto tramite social e a conquistare l’attenzione di appassionati o potenziali sostenitori. Ricorda sempre di ringraziarlo per la sua disponibilità.


Step 8: Con l’assenso del tuo produttore, se tutto sarà andato per il meglio durante la prima registrazione potrai già pensare di passare alla fase di registrazione dell’ intero album in poco tempo, che sia in una sala prove o in uno studio di registrazione multi traccia poco costoso. Le registrazioni dovranno essere di ottima qualità, saranno dei primi demo di pre-produzione che ascolterai criticamente, valutando le possibili e necessarie modifiche. Considera quali canzoni eliminare o aggiungere.


Step 9: Continua a registrare e lavorare secondo la strategia e il progetto che avete fissato tu e il tuo produttore.


Step 10: Continuate a lavorare nella fase del mixaggio.


Step 11: Una volta pronto l’album, lavora su una strategia di promozione e rilascio ma assicurati prima di avere l’assenso del produttore dopo il lavoro di mastering. Solo dopo questa fase potrai annunciare ufficialmente la data di rilascio.


Step 12: Inizia una campagna di presentazione e di promozione del material dell’album. Rilascia l’album. Continua a suonare senza sosta.

E’ tutto qui quello che devi fare.

Questo metodo che può sembrare molto alla vecchia maniera, in realtà è quello che ancora oggi riesce a dare risultati concreti ed evidenti nonostante la tecnologia e le tecniche di comunicazione si siano evolute nel tempo. Naturalmente seppur la procedura da seguire è sempre questa, il progetto può essere diverso: potrebbe trattarsi di un Ep o di un singolo da rilasciare. O magari il produttore di cui abbiamo parlato potrebbe essere un membro esperto del settore presente nella band. Ogni genere musicale può avere una fase di pre-produzione magari diversa date le sue particolarità, ma il percorso da seguire è sempre lo stesso.

E c’è anche chi si accontenta di scrivere una canzone, suonarla e registrarla al primo colpo. Ma se le tue ambizioni sono alte, avrai compreso che la fase di pre-produzione è quel momento chiave che decreterà l’impatto del tuo progetto quando sarà diventato un prodotto che il tuo pubblico ascolterà. E soprattutto si tratta di una fase che metterà alla prova anche la tua capacità di pianificazione per il futuro: un musicista intelligente sa perfettamente che una volta rilasciato l’album non dovrà ritrovarsi con un budget a zero, ma durante le fasi di lavoro dovrà essersi assicurato di aver conservato elementi sufficienti perché quel progetto sia solo l’inizio di un processo di lavoro più lungo. Il rilascio di un album per un musicista è solo l’inizio di una nuova fase di lavoro.