Band e RedazionaliRecensioni

GEDDO: “ALIENI” terzo album

Geddo, è un’artista dalle mille sfaccettature, impegnato da sempre nella west coast ligure, in spettacoli live in tutta Italia e con alle spalle già due album particolari; il primo dal titolo “Fuori dal comune” è uscito nel 2010, al quale ha fatto seguito “Non sono mai stato qui” del 2013. Geddo ci riprova e con gran talento con “Alieni” una raccolta di canzoni i cui temi sono la solitudine, e l’individualismo, e tanti altri aspetti della vita.

I suoi lavori sono cosi unici e rarefatti che sono stati selezionati per diventare la colonna sonora della commedia “Tante belle cose” de “I sani da legare”; inoltre per la stessa compagnia ha scritto la canzone “Chloè” in occasione della messa in scena della commedia “Più vera del vero”. Geddo ha anche al suo attivo un gran numero di manifestazioni, eventi, concerti e festival; con una ricca attività musicale frenetica e piena di entusiasmo con oltre 60 date all’anno tra piccoli locali e grandi rassegne, sempre accompagnato da una band di grande talento, che ben si adatta ad ogni situazione musicale.

Alieni può essere interpretato come il proseguimento ideale di tutto il discorso musicale di questo musicista, e chi meglio dell’autore stesso poteva raccontarci l’anima segreta dell’album? In una recente intervista rilasciata a “Blog della musica” Geddo ha spiegato cosa è la sua musica, come nasce, e cosa emoziona gli altri di essa, e cosa lo conquista degli altri. Qui di seguito uno stralcio dell’intervista che ho letto con molto interesse…

Geddo: – “La musica mi ha insegnato ad amare l’Italia facendomela riconoscere in modo diverso, uscendo dagli itinerari turistici per entrare nel labirinto delle persone incontrate nei concerti. Faccio un tipo di musica che ti rimane nelle scarpe. Le persone mi scrivono dopo aver sentito le canzoni, si formano rapporti veri, autentici, legami che raccontano di un paese bellissimo che oggi amo in maniera più consapevole…sono un appassionato di umanità; seguo con i miei mezzi la cronaca, la storia, la filosofia e tutto ciò che mi possa aiutare a esplorare il grande mistero della particolarità umana, nel difetto, nel dettaglio e nella fantasia. Oggi è un’epoca meravigliosa, piena di cambiamenti epocali che stravolgono i valori e l’esperienza. E’ tra gli umani che mi trovo bene, tra chi prova e sa trasmettere passione, carattere, unicità. Non sono però in guerra con i tanti alieni che ci stanno invadendo, anzi propongo degli spunti di riflessione che non pretendono di essere giudizi ma solo spunti di riflessione per stimolare la consapevolezza e rifuggire alcune forme di anestesia sociale ed emozionale che non consentono una vera interazione di qualità tra le persone.”

Tornando alle tracce dell’album posso dire che sono tutte interessanti, temi profondi trattati con semplicità, mi ha molto colpito il brano: “Un altro giorno” dedicato agli adolescenti, alle loro problematiche, e alla loro vita che sembra facile ma che non lo è per le troppe contraddizioni della nostra società; come in questa canzone, cosi come in tutte le altre di “Alieni” si coglie il forte impatto sonoro che veste i testi con maestria dando al tutto un’allure di grande profilo tecnico, musicale e umano. Consigliato.

I link di Geddo

Sito web: https://www.facebook.com/groups/145182692165549/

Facebook: https://www.facebook.com/groups/145182692165549/

Youtube: https://www.youtube.com/results?search_query=geddo

Previous post

Il Press Kit: un'arma fondamentale per band e artisti

Next post

VALERIA CAUCINO L’ALBUM D'ESORDIO: “AT THE BREAK OF DAWN”

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”