Band e RedazionaliRecensioni

NIGGARADIO: “FOLKBLUESTECHNO’N’ROLL… E ALTRE MUSICHE PRIMITIVE PER DOMANI”… IL NUOVO ALBUM

Il nuovo album dei Niggaradio si compone di undici tracce ed è il risultato di un lavoro di “raccolta” delle emozioni più autentiche, quelle vere della gente comune, colte, elaborate e rilanciate sulla gente stessa che le ha generate, ma arricchite di suoni e di stili in uno scambio emozionale unico.

A distanza di soli due anni dall’ album d’esordio intitolato ‘Na storia, che ha dato molto soddisfazioni al gruppo; oggi i Niggaradio ritornano a proporre un lavoro complesso e molto ricercato fatto di suoni, voci, rumori, sinth, marranzani, chitarre slide, e dialetto siciliano, che completa e da un tocco cosi vivo e vivace ad ogni brano che è impossibile non esserne trascinati e conquistati.

L’album è senza dubbio unico nel suo genere, i brani particolarissimi si offrono a un ascolto molto gradevole, la musica è trascinate, i testi interessantissimi, ma mettere un accento sul brano intitolato “A fera” è doveroso, davvero incredibili le sonorità e la mescolanza di strumenti, ritmato, quasi orientaleggiante in alcuni passaggi esplode poi in suoni più basici, fortissima la parte drum, eccezionale anche il brano “Senza”, i miei due preferiti ma tutto il lavoro è di grande qualità.

La Band in merito ha dichiarato:

«L’abbiamo suonato con i vecchi strumenti che amiamo tanto, con tutto l’analogico possibile, con antichi microfoni e un vecchio mixer. Usiamo parole e musiche di ieri, di oggi, le misceliamo per un domani possibile. Sei canzoni “collettive”, cinque “personali”, buone per tutti o per nessuno, chi può saperlo». Il disco è stato prodotto, registrato e missato da Daniele Grasso per la label Dcave records, hanno partecipato al progetto Cesare Basile e Alessandro Deidda; la masterizzazione invece è stata eseguita da Giovanni Versari presso La Maestà Studio e distribuito da Believe Digital.

L’incontro fatale da vita alla band

NiggaRadio nasce dall’incontro di Daniele Grasso con Andrea Soggiu, Peppe Scalia e Vanessa Pappalardo; il quartetto intraprende un viaggio nella musica, i genri che la band esplora sono il root blues il folk siciliano con contaminazioni elettroniche, una sperimentazione tra il presente, e il passato; tutto questo avviene nel 2014, e il debutto avviene con la pubblicazione dell’ep ‘Two Sides’, seguito dall’album ‘Na Storia’: La band consolida la sua esperienza musicale a parte per due tour nazionali e partecipa al FIM di Genova, il Cous Cous Festival, l’Etna In Blues, il Tropea blues festival; si profila anche una candidatura al Premio Tenco 2014 nella sezione ‘Miglior Opera Prima” poi con il singolo ‘A Matina’ i quattro musicisti si esibiscono sul palco del Primo Maggio a Roma, in diretta sulla RAI. Il percorso della band è pieno e soddisfacente, i mesi passano in fretta e arrivano nuovi lavori; oggi la band sta facendo conoscere il nuovo album ‘FolkBluesTechno’n’Roll… e altre musiche primitive per domani’; undici tracce per un disco, uscito a febbraio, anticipato dal singolo ‘U balcuni i’ l’incantu. Nel mese di giugno sono stati premiati con il premio speciale “Musica e società” Etna Comics Movie Gold Elephant World Festival per il video del brano ’U me dirittu e per il loro impegno sociale.

Tracklist

U me dirittu

Messinregola

Rema

U Balcuni ‘i l’incantu

Cantò

A fera

Senza

Nananà

U pullman pa’ Germania

Signuri

Dimmi unni si

Line up

Andrea Soggiu,

Daniele Grasso,

Peppe Scalia,

Vanessa Pappalardo.

Contatti e social

Official website: www.niggaradio.com (in ricostruzione)

Dcave records: www.dcaverecords.flazio.com

YouTube Channel: http://www.youtube.com/channel/UC72HuO8W0Ls8uWl6lXzXvUA

Soundcloud: https://soundcloud.com/niggaradio

Facebook: https://www.facebook.com/therealsouthernsound/

Twitter: https://www.twitter.com/niggaradio

 

niggaradio-cover-album

Previous post

5 consigli prima di entrare in studio

Next post

LISA GIORÈ “LE VIE DELL’INSONNIA” - L’ALBUM D’ESORDIO

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”