Aiuto EmergentiBand

Si scrive prima la musica o le parole?


“Scrivi prima la musica o le parole?”



E’ in genere la prima domanda che viene fatta ad un cantautore. La verità è che la domanda non è corretta: a volte arriva prima la musica, altre volte le parole, e altre volte ancora entrambe. Non c’è una regola, e spesso le più grandi canzoni sono nate nei modi più impensabili. Qui ti proponiamo quattro suggerimenti per scrivere una canzone, svelandoti alcune cose da fare e altre no che devi sempre tenere a mente.




1. Scrivere partendo da un’idea musicale


Avere un’idea musicale o un titolo in mente è già un buon inizio, ed ecco qualche suggerimento per farne un buon uso.


Cosa fare
Ricorda che le parole dovranno essere di supporto all’idea musicale, ma anche viceversa. Puoi avere un’idea musicale accattivante ma non avere una potenzialità giusta nelle parole.


Cosa non fare
Ricorda sempre che una canzone deve emozionare. Non fare l’errore di focalizzarti unicamente sulla musica, perché una canzone è prima di tutto emozione, e tutto ciò che scrivi in musica e in lettere deve sostenere proprio quel sentimento.




2. Scrivere partendo da un’idea generale


Alle volte basta un’idea o un’esperienza a rendere forte l’esigenza di tramutarla in parole. E’ un passo fondamentale da cui partire


Cosa fare
Abbandonati completamente a quello che provi: l’urgenza che avrai sarà sufficiente a concentrarti su te stesso e ad immergerti in quello che hai dentro.


Cosa non fare
Il rischio è quello di perdersi, quindi fai attenzione a non perderti: non essere vago ma pensa a quale frase sia adatta a descrivere quello che hai dentro, e quindi parti da quella per poi poter sviluppare l’idea complessiva. Una storia troppo vaga e priva di un “nocciolo” rischia di perdere l’attenzione dell’ascoltatore.




3. Scrivere una melodia


Se sei un musicista che realizza con facilità melodie, la posta in gioco è alta. Bella, accattivante, una melodia è rara e va trattata con la giusta cura.


Cosa fare
Fa onore alla melodia che hai creato, perché sarà quella prima di tutto a restare nel cuore di chi ascolterà, prima ancora delle parole.


Cosa non fare
Non concentrarti però unicamente sulla melodia, correndo il rischio che tu dia poco valore alle parole. Una bella melodia è una parte di una canzone ma non la sola, e valorizzare poco le parole o non curartene affatto non renderebbe giustizia neppure alla tua melodia. In una buona canzone parole e melodia si incontrano e dialogano in una danza continua.




4. Scrivere da un accordo o da una serie da accordi


Alle volte succede che inizi a strimpellare il tuo strumento, e quel passaggio proprio ti colpisce!


Cosa fare
Appunta e sviluppa il passaggio musicale che hai realizzato: può essere un punto di partenza da cui sviluppare una melodia oppure una frase. Non sottovalutare un buon ritmo, anche quello sa catturare l’ascoltatore.


Cosa non fare
Non lasciarti prendere solo dallo sviluppo di un passaggio di accordi, non essere pigro, è solo un punto di partenza. Si tratta di un primo arrangiamento ma non basta a fare una canzone che ha bisogno di una buona melodia che la sostenga e delle parole più adatte ad esprimerla.



Il segreto è proprio quello di lasciarsi ispirare e provare ogni volta un metodo sempre nuovo e diverso, alle volte potrebbe essere persino inaspettato. Spesso si è portati ad usare sempre lo stesso approccio, convinti di aver trovato quello giusto, ma in realtà non ce n’è uno: potrai sorprenderti a scoprire che non sempre potresti usare sempre lo stesso e averne bisogno di uno nuovo. Abbandona allora qualche volta la tua “comfort zone”. Potresti sorprenderti!



Previous post

Luca Mancino “Pronti a vivere”

Next post

E' USCITO "21/09" NUOVO SINGOLO DEI LIVIDA

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”