Alberto

Un futuro per il QuadriProject ?

E per un qualsiasi progetto musicale, personale, imprenditoriale o di vita ? Si , esiste sempre e indipendentemente dal conoscerlo.

Il futuro di __________ (mettici pure il nome del tuo progetto o idea) è già scritto da ieri, quando hai fatto la più piccola delle scelte. Non voglio fare discorsi di filosofia o meccanica quantistica ma solo darti una visione pratica di quello che succede ogni volta che fai una scelta.

Quando decidi e scegli di fare qualcosa per il tuo progetto che può essere inviare una mail a Tizio (invece che a Caio), a coinvolgere qualche tuo amico (invece di un perfetto estraneo), a scartare un brano (invece che a modificarlo) , percorri una strada ben precisa che esclude di fatto altre mille possibili. 

Questa scelta ha già plasmato il futuro del tuo progetto togliendoti opportunità (o disastri) che mai conoscerai.

Ma la vera domanda è: questa scelta è stata una tua libera scelta oppure “veicolata” da preconcetti che i media, gli esperti di settore, i sotuttoioanchesenonhomaifattouncazzonellavita, gli amici, i genitori, cugini e chi più ne ha più ne metta ti ha inculcato in testa ?

I preconcetti plasmano già il tuo futuro in una direzione prestabilita. Si, esiste un futuro per tutti i progetti musicali ma per la maggior parte è già deciso da altri. Si può modificarlo? Certo, l’importante è liberarsi dai preconcetti e avere il coraggio di sbagliare.
In questo modo percorrerai strade diverse , con esperienze diverse e opportunità diverse rispetto a quelle che trovano tutti quelli che seguono le informazioni preconfezionate da altri.

Ci si può far male ? Assolutamente si, anzi, più ti farai male e più capirai che basta tornare di qualche passo (scelta) indietro per modificare il percorso e così plasmare un altro futuro.

Personalmente come QuadriProject mi sto ripulendo da molti di questi preconcetti, sto scegliendo in maniera diversa ogni decisione per il futuro di questo Blog. Probabilmente molte delle scelte che seguiranno non saranno capite dagli emergenti che da 10 anni cerco di aiutare . Ma se fare il pioniere in questa avventura può dare lo stimolo (indicare la via) a solo uno di quei 10.000 che mensilmente vengono a leggermi, a fare delle scelte che la stragrande maggioranza degli altri reputano folli ( fuori dai preconcetti), vuol dire che posso fare la differenza per qualcuno.

Per dirla con citazioni cinematografiche:

“Cerco di aprirti la mente, Neo, ma posso solo indicarti la soglia, sei tu quello che la deve attraversare. (Morpheus) “