Aiuto EmergentiBand

10 Regole di comportamento, questione di stile!

Questione di stile

La musica è l’elemento che unisce un mondo intero e quando la si ascolta, la si assorbe. Accade ciò per cui si lotta e non si smetterà mai di lottare: l’unione di terre, popoli, culture e persone. Grazie all’armonia della musica si annulla ogni tipo di diversità, ogni condizione sociale per unirsi in una preghiera comune, in un sentimento comune che conduce ciascuno oltre il tempo e lo spazio.

La musica quindi diventa un mezzo di espressione e di condivisione:  chi lavora nella musica, chi fa musica o anche chi semplicemente è dietro le quinte di un progetto di natura musicale entra a contatto ogni giorno con milioni di persone differenti non solo con diverse personalità ma anche con formazione e cultura differente.


” Il modo di presentarsi, la disponibilità, l’entusiasmo nel realizzare un progetto sono gli ingredienti fondamentali  per porsi verso gli altri in maniera vincente e lavorare insieme.”


Ecco quindi alcuni piccoli punti che artisti e addetti ai lavori dovrebbero prendere in considerazione nel vivere la loro carriera.





1 ) Rispondere alle email


Ci sono certe faccende che non amiamo sbrigare, e forse quella delle email può non piacere a tutti specie se la lista a cui rispondere è lunga e il tempo a disposizione poco. Tuttavia se ci trovassimo nei panni di chi ha scritto l’email apprezzeremmo di ricevere una risposta e viceversa se ciò non accadrebbe resteremmo alquanto delusi dalla persona a cui ci siamo rivolti. Non rispondere inoltre è uno svantaggio perchè si blocca la possibilità di arricchire il proprio bagaglio di esperienze attraverso un confronto, uno scambio di opinioni, la risoluzione di un problema che possa aiutare qualcun’altro ma che poteva interessare anche noi. Ecco perchè sulla vostra agenda, scegliete un giorno da dedicare alla lettura delle mail e alle risposte se non avete tempo di farlo giornalmente, e se gli impegni proprio vi assalgono basta rispondere momentaneamente che avete letto l’email e risponderete non appena possibile. E’ un gesto che farà bene a voi e a chi vi scrive.




2 ) Avere il fegato di rivolgere domande e preoccupazioni


Dice un vecchio detto cinese che è meglio essere stupidi per un secondo piuttosto che per una vita intera, ecco perchè è fondamentale essere decisi, farsi coraggio e porre ogni tipo di domanda o preoccupazione e viceversa non abbiate paura di esprimere il vostro parere qualora vi venga chiesto o semplicemente sentite voi il bisogno di introdurvi in una determinata circostanza. Evitare i problemi e le discussioni non vi aiuterà, e non dare cenni di assenso o dissenso è più offensivo che un dire chiaramente che qualcosa magari non è di nostro gradimento. Quindi armatevi di coraggio e superate ogni ostacolo attraverso un costruttivo confronto.


[bctt tweet=” è meglio essere stupidi per un secondo piuttosto che per una vita intera”]


3 ) Ogni cambiamento deve essere a conoscenza di tutti per fronteggiare le situazioni


Tutto cambia improvvisamente e sconvolge i piani, chiunque lavori in un settore di qualsiasi genere lo sa bene. Nel nostro caso parliamo di una partenza improvvisa, un concerto annullato, un club che fallisce e che quindi cancella le serate previste, scadenze che vengono variate e pagamenti ancora in attesa. Lavoro vuol dire avere a che fare anche con questo genere di problematiche e per quanto a nessuno piace portare cattive notizie è necessario che tutti lo sappiano, perchè tutti possono essere in qualche modo, direttamente o indirettamente colpiti.

Se non potete pagare qualcuno secondo i termini stabiliti, avvisare quel qualcuno è il primo gesto da compiere. E’ prima di tutto una forma di rispetto che, per quanto siate portatori di una notizia non piacevole, renderà però sempre armonioso l’ambiente in cui si lavora perchè ciascun membro si sentirà rispettato, preso in considerazione perchè qualcuno si è ricordato di lui. Quando soprattutto si configurano situazioni difficili oppure quando magari una serata,un album non va come vorreste è importante sensibilizzare tutti e condividere il problema con ciascuno del gruppo, perchè insieme apportando modifiche, introducendo iniziative, idee si potrà meglio fronteggiare la situazione e conseguire risultati migliori.

La condivisione e il rispetto altrui sono due fattori indispensabili per creare una situazione di armonie tra persone che lavorano insieme per un risultato, per un’interesse e un piacere comuni e non tra estranei.




4 ) Puntualità…ma se non puoi avvisare c’è la tecnologia!


Non so se è mai capitato a qualcuno, ma spesso ci sono degli artisti ampiamente affermati che si concedono il lusso di arrivare quando a loro fa più comodo solo perchè loro sono i “grandi attesi”. La prima regola nella vita al di là se si diventi qualcuno oppure no è quella di mantenere una certa umiltà e di porsi sempre in ascolto, pronti sempre ad imparare.

Essere puntuali ad un evento è certamente un segno di rispetto e di professionalità verso il pubblico e per chi lavora con voi, ma come abbiamo visto prima la vita è fatta di cambiamenti ed imprevisti così che può capitare qualcosa che non vi permetta di essere in tempo ad un evento o ad una serata. Il segreto è quello di mantenere alto però un certo “saperci fare”: se siete imbottigliati nel traffico o se qualcosa vi impedisce di essere puntuali basta anche un semplice messaggio o una chiamata per avvisare del vostro ritardo. In grandi eventi avere accortezza in questo genere di cose è fondamentale: pensate solo a quante persone, appuntamenti, orari da rispettare e pubblico c’è dietro una serata , un concerto o un evento speciale.




5 ) Sgombrare il palco!


Sin da piccoli ci hanno sempre ricordato di non fare agli altri ciò che non vorremmo fosse fatto a noi ed è bene che continuiate nella vostra vita a tenerlo a mente.

Molte band non si preoccupano una volta terminato il loro show di sgombrare il palco, non permettendo alle band successive di esibirsi e di far cominciare la loro performance. Se parliamo di grandi eventi ci sono degli addetti alle occupazioni di stage ma spesso nei club e nelle piccole serate ciascuna band lo deve fare da sè. E’ un gesto di professionalità e rispetto liberare il palco dai proprio strumenti soprattutto nei confronti di chi suonerà dopo, lasciando il giusto spazio.

Se terminato lo show avete però bisogno di entrare subito in contatto con il pubblico promuovendo la vostra musica basta che resti la persona che ha un’attrezzatura meno ingombrante a farlo mentre gli altri e  soprattutto  il batterista che ha un’attrezzatura più corposa comincino poco alla volta a lasciare spazio sul palco alla band successiva. Così che la serata possa procedere e ciascuno avere il proprio spazio e tempo.




6 ) Saper cogliere le occasioni


Una serata o un concerto possono essere molto più di ciò che sembrano se dietro si configura un buon lavoro di promozione, contatti e iniziative. Coinvolgere il pubblico, promuovere attraverso volantini ed Internet la vostra  serata, suonare insieme ad una band sono operazioni che amplieranno la vostra catena di contatti che vi frutterà in maggiori opportunità. E la tecnologia insieme oggi permette svariate possibilità di promozione per allargare il vostro networking.




7 ) Un buon utilizzo dei social network


Nel campo musicale la creazione di una pagina su un social network può essere davvero utile ma se usate nel modo giusto. La vostra pagina deve servire al vostro pubblico come promemoria, raccolta di foto di eventi, appuntamenti e come informazione sulla vostra attività musicale: non è necessario quindi scrivere post che parlino di stati d’animo o pareri personali, oppure giochi o qualsiasi tipo di azione non rientri nei canoni di una pagina musicale.




8 ) Sicuri si ma arroganti no!


Quante volte gli artisti vengono definiti come arroganti perchè il successo ha dato loro alla testa! Spesso l’errore in cui si cade e che non accade solo agli artisti è quello di sentirsi così sicuri da non poter essere contraddetti e divenire così arroganti. La sicurezza è una componente fondamentale: esprimersi con disinibizione, essere spontanei e convinti delle proprie idee ha sempre un grande effetto non solo nel rivolgersi con chi lavora ma anche verso il pubblico, creando così una certa attenzione verso di voi. Abbiate però anche il coraggio di ammettere che vi potreste essere sbagliati: questo non vuol dire essere insicuri ma essere semplicemente se stessi, un consiglio che si rivela essere una buona ricetta da secoli.

L’arroganza e la presunzione invece non fanno che suscitare una certa antipatia nei vostri confronti, così che label, case discografiche, pubblico e addetti ai lavori ci penseranno due volte a lavorare con voi senza farsi troppi scrupoli a chiudervi qualche porta.

[bctt tweet=”Abbiate sempre il coraggio di ammettere che vi potreste essere sbagliati”]


9 ) “Leggere attentamente il foglio d’istruzioni…”


Come per i medicinali anche l’invio di materiale ad una casa discografica, ad un produttore o a chiunque vogliate far conoscere la vostra musica ed essere ricontattati per il grande passo, deve rispettare delle dosi e indicazioni che vi forniscono coloro che visioneranno il vostro materiale...e se si vuole avere la forte speranza che la vostra musica venga ascoltata allora è indispensabile informarsi su come la casa discografica o l’agente possano entrare in reale possesso e ascolto del materiale tra i mille demo che arrivano ogni giorno, senza che i duri sforzi finiscano nel cestino.

Quindi rispettate i formati in cui deve essere inviato il materiale, controllate bene se l’invio del materiale è preferibile via posta o via email: solo così le possibilità che il vostro lavoro venga preso in considerazione aumentano.




10 ) Aprire la bocca con intelligenza


La vita di un’artista è immancabilmente spesso sotto i riflettori, un motivo per cui è importante pensare prima di parlare. Ad esempio parlare male di un’altra band non è certo la strada giusta: i media finiranno per concentrare l’attenzione sui vostri accanimenti più che sulla vostra musica sull’antipatia che mostrerete di nutrire per quel qualcuno. E’ ovvio che non tutto e tutti può piacervi, ma non è così importante farlo sapere ad un mondo intero. L’immagine che date è una delle sfumature importanti del lavoro di un’artista, e bisogna prendersene cura nel modo giusto senza strafare.