Aiuto EmergentiEtichette-Studi

Le nuove regole della musica emergente

Alcune riflessioni

Nel panorama musicale odierno il più delle volte ci troviamo di fronte a cosiddetti “artisti” che divengono frutto di mode commerciali, una peculiarità che li rende sempre più soggetti ad una fama effimera e temporanea che più a condurli sul destino delle stelle, li conduce a quello delle “meteore”.

Oggi è diventato più difficile emergere e in un certo senso “entrare nella storia“: l’avvento della tecnologia alla portata di tutti, le mode incessanti e variegate, la nuova formula televisiva dei reality e dei talent show non ha fatto che incrementare una certa omologazione fino a rendere la musica stessa sempre più ripetitiva e scontata. Spesso ci sono dei panorami musicali più di nicchia che offrono una qualità maggiore rispetto alla musica destinata ad una fetta di pubblico più ampio, che spesso non viene neppure invitato ad un ascolto diverso da quello che viene pubblicizzato e promosso dalle radio, stereotipate ad un certo modello.

“Riuscire oggi ad emergere, distinguendosi dalla massa e mettendo d’accordo qualità, music business, aspirazioni artistiche individuali, critica e pubblico è diventata impresa ardua e difficile.”

Tuttavia pensare con intelligenza e intuizione, e seguire un percorso personale di formazione, unite a talento e fortuna, che talvolta va anche saputa cogliere, sono le armi che nonostante il tempo riescono sempre a rivelarsi vincenti. Ecco perchè è fondamentale saper agire bene, perché la vostra carriera musicale è esclusivamente nelle vostre mani.

Il più delle volte l’effetto che deve accadere è quello di far si che siano le case discografiche a sentirsi attratte da voi e non il contrario: perché questo avvenga è necessario costruire il proprio percorso, coinvolgendo una buona nicchia di fans, formandosi e facendo ogni tipo di esperienza, incidere e registrare. Non basta più registrare un pezzo ed inviarlo giocando sul proprio talento, ma è la vostra gavetta che vi avvicinerà ad un contratto con un’etichetta discografica, che ha bisogno di fiutare anche una certa credibilità.

Essere un musicista indipendente vuol dire anche saper riuscire a conquistarsi ciò a cui ci si potrebbe avvicinare con l’ausilio di una major: è fondamentale avere le carte giuste e saperle ben giocare prima del contatto con qualsiasi etichetta discografica. Sono questi i piccoli accorgimenti che fatti nel giusto tempo possono fare la differenza.

Eppure sono tanti i musicisti che affermano di non vedere la propria carriera decollare, oltre che quindi non vedere alcun compenso economico dalla loro attività. Questo può accadere per due motivi:non essersi completamente focalizzati verso i propri obiettivi o aver intrapreso la strada ma nella modalità sbagliata.

Nel primo caso, quello di non darci da fare abbastanza per le nostre aspettative, può essere dovuto ad una sorta di pigrizia o per la paura dell’incerto.

“Soprattutto nel campo musicale saper rischiare è fondamentale”

A spingere su questo fattore di rischio è sicuramente la forza di volontà, la capacità di sapersi sempre reinventare. Se queste caratteristiche mancano si finisce per fare le cose come non si dovrebbe e a non condurre una strada in salita.

Il secondo caso, agire nel modo sbagliato,  si verifica quando si agisce con troppa superficialità e in mancanza di conoscenze dell’ambiente in cui si opera, finendo per perdere sia tempo che soldi. E’ bene quindi gestire e organizzare la propria carriera musicale secondo una guida, magari anche chiedendo a chi ha più esperienza di voi così da fermare in tempo ogni eventuale fenomeno sgradevole.

Dal progetto poi è fondamentale passare alla fase “take action”: pubblicizzate i vostri pezzi, se avete un amico che lavora in radio proponete di passare i pezzi durante un suo show, utilizzate internet per far conoscere la vostra band e la vostra musica, coinvolgete i fans anche con vostri gadget, magliette e cd da distribuire alla fine di un vostro live. Sfruttate anche la vostra creatività: oggi sono le idee sperimentali e creative che fanno la differenza, ingegnatevi per imparare dai grandi, rielaborare e innovare le modalità per arrivare al grande pubblico e fare la differenza.