Band e Redazionali

MirrorMazeBand: emergenti di razza

Metal con influenze progressive

MirrorMaze è una band che vede la luce nel 2008; i fondatori sono: Davide Penna (chitarra), Matteo Maselli (batteria) e Sam Lanfranchini (tastiere). Gli inizi del loro sodalizio vengono celebrati componendo nuovi brani, traendo ispirazione da gruppi come i Dream Theater, Alter bridge, Evergrey, Nevermore, Symphony X, Muse, Pink Floyd.

Nella prima metà del 2009 i tre ragazzi realizzano il loro primo demo che contiene cinque tracce; lo stile è inconfondibile,  un buon metal che viene influenzato da una  progressiva di razza che emerge per via dei lunghi tratti   strumentali, orchestrali. Nell’ultima parte dell’anno il lavoro si completa e nasce il primo album: “Walkabout.

Nel frattempo la band continua le ricerche di altri musicisti per completare la formazione; cantanti e bassisti da un po’ tutto il nord Italia si presentano ai provini. All’inizio del 2010  i MirrorMaze trovano il cantante per la band ideale, diciamo l’anello mancante:  Fabio D’Amore, voce perfetta e esperto bassista.

Finalmente è possibile completare le registrazioni del disco. Nel corso dell’anno hanno un idea geniale: cercare un special guest che dia valore al lavoro eccellente del loro cantante, una figura per realizzare un mixaggio e master in uno studio di prestigio nel nord Europa, affidando l’artwork ad un vero artista del settore.

L’idea si concretizza con la collaborazione di Ray Alder, lead singer dei pionieri Fates Warning e Redemption, per l’ highlights del disco: “DEEPER SIGNS”, a cui viene destinata l’intera prima strofa e le risposte a Fabio D’amore sui ritornelli.

La chimica creata è grandiosa e l’insieme musicale unico nel suo genere. Il mixaggio e il master vengono effettuati da Staffan Karlsson che ha lavorato con Stevie Wonder, Nathan East, Earth Wind & Fire, The Roxette and Firewind; in Svezia, e precisamente nei Landgren Studio 5.1; l’artwork è realizzato invece da Gustavo Sazes, noto e apprezzato artista del settore che ha lavorato con Arch Enemy, Manovar, Angra, Firewind, Kamelot, Nightrage e altri

A gennaio 2011, Matteo Maselli lascia la band; le  difficoltà non mancano senza Maselli e i MirrorMaze cercano di trovare un degno sostituto alla batteria e un bassista stabile nella band per completare la line up.

Il periodo difficile viene superato brillantemente e a fine 2011 la band ingaggia Fabio Nasuelli batterista e Juan Manuel Savoini  bassista.

Il 28 Maggio 2012 esce WALKABOUT ufficialmente per Bakerteam Records…il resto si sta scrivendo da sè nota dopo nota…auguri ragazzi.

Previous post

CrazyCow Fest: una festa tutta da scoprire

Next post

Un saluto agli amici del QuadriProject da Christian Meyer

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”