Aiuto EmergentiMedia

Non solo musicisti ma anche promoter di se stessi

Come i camaleonti con vista a 360°
Sempre più spesso mi rendo conto che il musicista di oggi, nonché le band, per essere notati devono lavorare su più fronti contemporaneamente. Essere un ottimo musicista che compone canzoni di altissima qualità sembra non essere la regola d’oro per poter emergere. Sicuramente e’ uno degli step necessri per la scalata ma come ho già detto in post passati, fa davvero rumore un albero mentre cade nella foresta se non c’è nessuno che l’ascolta?

Ecco che allora entrano in ballo altre qualità che il nostro musicista e la nostra band devono acquisire per poter far uscire il sudato lavoro dalle mura della sala prove . Social networking, fans recruiting, mailing lists ecc.. sono solo alcune delle cose che devono essere affrontate in contemporanea al lavoro per un nuovo album o mentre si e’ in tour. Preparare un bacino di ascoltatori per i nostri nuovi lavori e’ di estrema importanza.

Molto più facile per una band composta da 4 o 5 elementi che si possono alternare nei compiti, più difficle per il singolo artista ma come detto prima, è i n d i s p e n s a b i l e!

SOCIAL NETWORKING

Prendetevi del tempo per interagire con i vostri amici su facebook, teneteli aggiornati sui vostri progressi e sui lavori in corso. Fateli diventar parte del vostro progetto aprendo una finestra virtuale dove possano sbirciare il vostro operato. Qualche video di pochi minuti mentre siete in sala prove a spaccarvi per il giusto arrangiamento e’ già un buon inizio.
Anche quando siete on-line, non continuate a bombardare tutti con il link del vostro video, il link dove acquistare la vostra musica, i vostri live ecc.. si, sono tutte cose che si possono fare ma prendetevi anche del tempo per dialogare con i vostri fans più stretti. Chiedete a loro consigli, cosa si aspettano da voi, un parere su un’idea di cd cover. Coinvolgeteli il più possibile.
Ricordatevi che saranno proprio queste le persone che, se giustamente motivate, vi aiuteranno a diffondere in maniera capillare il vostro lavoro (a gratis).


MEDIA

Dedicate almeno 2 ore la settimana per allacciare nuovi contatti nel mondo dei media ( Agenzie Stampa, Giornali, Webzines, Siti specifici). Fissatevi l’obiettivo di avere almeno 2 contatti nuovi a settimana. Non dico di tempestare tutti con Press Kit, mp3 da ascoltare o recensioni avute da altri, ma con educazione e rispetto presentarsi in maniera professionale nella speranza di ottenere una risposta.
Un semplice ” salve, sono Pinco Rock Pallino, ho letto un suo articolo su…. che parlava di… e l’ho trovato molto ben fatto ” meglio ancora se argomentate sullo stesso articolo, dimostra che avete perso del tempo a leggerlo e siete veramente interessati al lavoro presentato.
Sicuramente una risposta di ringraziamento vi arriverà (magari non subito, tenete presente che c’è gente come me che riceve una media di 200 mail giornaliere tra proposte, comunicati stampa, press kit e famigerati spam ).
Risposta dopo risposta cominciate a tenere una mailing list dei giornalisti che non va archiviata ma ogni 15 giorni va presa in mano per ricontattarli su altri articoli che hanno pubblicato. Non storcete il naso, siete in cerca di futuri alleati.
A prima vista sembra tempo perso ma avere allacciato una sorta di dialogo con i media, tornerà sicuramente utile quando avrete voi qualcosa da proporre.
Vi posso garantire che spenderanno del loro prezioso tempo per ascoltarvi , come cortesia per il tempo che voi avete dedicato a loro. Fatelo! Non avete idea quanti press kit vengano cestinati senza nemmeno venir letti.

IMMAGINE

Altra cosa da non sottovalutare (in questo caso un professionista e’ necessario) e’ l’immagine che si vuole dare.
Foto professionali si vedono a prima vista. Investire un po’ di denaro in un buon servizio fotografico non sono certo soldi buttati via. Provate a mettervi nei panni di un giornalista che sta valutando un vostro lavoro. La prima cosa che farà dopo avervi ascoltati (e comunque la musica deve essere ottima altrimenti non ci sarà un passo sucessivo) e’ visitare il vostro sito per trovare informazioni sulla band/artista e foto da pubblicare sulla sua rivista,sito,blog. Se le foto sono amatoriali le usereste sul vostro giornale,sito o blog? certo che no altrimenti abbassate la qualità di quello che pubblicate. Invece, con un buon servizio fotografico si aggiunge valore anche all’articolo che il giornalista andrà a scrivere e porterà qualità al giornale,sito o blog.

Conclusione

Ci sono molte altre cose da fare per promuoversi e saranno tema per sucessivi articoli ma apro le porte del Quadriproject per un dialogo costruttivo. Sentire come qualcuno di voi si sta muovendo potrebbe essere d’aiuto anche ad altri, non facciamo gli egoisti ma confrontiamoci su strategie diverse. Solo così sono convinto si possa finalmente trovare una svolta. Siamo tutti sulla stessa barca, c’è chi e’ seduto davanti e vede prima la terra e chi seduto in fondo la vedrà per ultima. Ma se affonda la nave…. andiamo tutti giù.

Allora dimmi, tu che strategia usi o hai usato e trovato inutile?

Previous post

Intervista a Alessandro Lupatin

Next post

Musicista, hai un tuo sito web ?

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”