Band e Redazionali

Alberto Rigoni: “Three Wise Monkeys”

Alberto con il suo strumento…il basso…cuore e style di “un uomo della musica”.
Dagli esordi come componente di un gruppo, anzi di ben due gruppi contemporaneamente e fondatore in precedenza di un terzo gruppo,….

 Alberto Rigoni intraprende in parallelo una carriera da musicista singolo; bassista di talento innato e musicista di carattere,  nel 2008 pubblica il primo album come solista dopo i precedenti album con le band di cui fa parte e che riscuotono notevole successo; la sua produzione personale  non passa inosservata e raccoglie un favore di critica rilevante, (“Something Different”, “Rebirth” ).

Appassionato di rock, pop e rock progressivo Alberto ha come strumento del cuore il basso elettrico con cui realizza la sua creatività in modo eccellente  attraverso composizioni che danno la misura del fatto che musicisti si nasce.

Da questi presupposti e all’ombra di un curriculum eccezionale Alberto ci regala il suo terzo album:  “Three Wise Monkeys”, ispirato dalla mitica filosofia giapponese del trio di scimmie sagge simbolo “non vedere il male, non sentire il male, non parlare del male”; è una vera esplosione di preziosità musicale e collaborazioni di pregio; l’album è in parte strumentale e in parte cantato; tutti i brani sono una indovinata fusione di rock e di progressivo con picchi di pop, su sonorità davvero esclusive: me lo sono ascoltato con gusto scoprendo di volta in volta che ogni brano mi piaceva moltissimo; nessuno escluso .

Dieci tracce brillanti, esaltanti, poetiche, orientaleggianti, frenetiche, elettriche , rilassanti; in un intreccio di voci e strumenti che costituiscono una base solida ed eclettica che dà a tutto l’album un esclusività e un valore non comune, dove sopra a tutto primeggia Alberto con il suo strumento… il basso…cuore e style di “un uomo della musica”. Notevole “Believe” da “respirare”,  davvero l’adoro.

 L’album di Alberto Rigoni “Three Wise Monkeys” in uscita il primo ottobre 2012 con Any and All Records.

La track list:
01. Toshogu Shrine
02. Mizaru
03. Three Wise Monkeys
04. Kikazaru
05. Blackened Tornado
06. Iwazaru
07. Free Falling
08. Between Space And Time
09. Coming Home
10. Believe

Special guest del disco:

Kevin Moore (ex Dream Theater, OSI, Chroma Key), Göran Edman (ex Yngwie Malmsteen, John Norum, Brazen Abbot), Mark Cross (ex Helloween, Firewind, Outloud), Mistheria (Bruce Dickinson), Federico Solazzo, Tommy Ermolli (TwinSpirits), Simone Mularoni (DGM), Paolo Valli, Sebastian Persini, Pacò Barilla (Liverani), Alessandro Bertoni (Aphelion).

 Tutti i link utili a conoscere meglio l’artusta:

Sito dell’artista: www.albertorigoni.net
Social: www.twitter.com/albertorigoniwww.facebook.com/albertothebassrigoni
YouTube channel: www.youtube.com/albertorigoni

Soundcloud: www.soundcloud.com/albertorigoni

Bandcamp: http://albertorigoni.bandcamp.com