Aiuto EmergentiBand

Preparare il Demo : cose da sapere !

Il demo…La parola “demo” è fondamentale per quelle band che cercano di emergere e farsi notare: creatività, composizione, arrangiamenti richiedono tante ore in sala per realizzare un supporto che rappresenti il sound e la personalità della band. Ma qual è il modo migliore per realizzare il vostro demo per far si che catturi l’attenzione, e non venga gettato nel cestino?

Non dimenticate che le case discografiche e le etichette ricevono letteralmente migliaia di demo al giorno


ed è per questo che di seguito vi suggeriamo alcune dritte per emergere da quella folla di supporti fisici e distinguersi con una demo, dove protagonista sia la buona musica.




1. Rendi le cose semplici


Qualsiasi cosa si mandi o si faccia deve prima di tutto essere chiara e semplice, e soprattutto diretta. Chi si occupa infatti di visionare il materiale predilige questo tipo di approccio, e se volete che prendano sul serio il vostro materiale allora questo è il primo accorgimento che dovrete seguire.




2. 3 canzoni, non di più!


Mai inviare un demo con un numero superiore a quello di tre canzoni. Se un’etichetta o un produttore è realmente interessato a te, sarà lui stesso a contattarti per ascoltare qualcosa di più. Il numero perfetto per le demo è il numero tre. Non pensiate mai e poi mai di mandare un cd completo con su un post it che segnali di ascoltare ad esempio la traccia n°8 o qualcosa del genere…perchè state pur certo che magari tutto il cd verrà ascoltato ma non quella canzone. Se hai realizzato un intero album scegli semplicemente i tre pezzi migliori e realizza una demo.




3. La prima canzone del demo è la carta vincente


Molte band credono che gli addetti ai lavori si siedano comodamente al tavolino, pronti a dedicare ore ed ore all’ascolto del demo, e in prospettiva di ciò inseriscono il loro pezzo forte come ultimo della playlist perchè sarà quella a sigillare l’affare e a spingere l’etichetta a contattarli. Non si può fare errore più grande: il primo pezzo deve essere quello che rompe il ghiaccio, quello che inciti ad ascoltare anche gli altri pezzi….altrimenti il volo del demo verso il cestino è assicurato.




4. Non dimenticate i contatti


banner


E’ essenziale e assolutamente importante che scriviate i vostri contatti sul cd, mai nel pacco in cui manderete la demo. Spesso può accadere che il pacchetto venga separato dal cd, specie se nell’ufficio c’è un continuo movimento di persone, ecco perchè è importante che rendiate quanto più semplice possibile e chiaro il modo per ricontattarvi attraverso e-mail o tramite telefono.




5. Includere sempre una biografia accattivante della band


E’ fondamentale che realizziate un foglio su cui scrivere delle notizie sulla vostra band: si tratta di una breve biografia con la lista dei posti in cui avete suonato, le stazioni radio in cui è stata trasmessa la vostra canzone e qualsiasi informazione possa essere rilevante a raccontare la vostra carriera. La biografia deve rappresentare e “vendere” la band, ma lo deve fare delicatamente e con un certo stile. Scrivere quanto sia favolosa la vostra band o fantastica la vostra musica, non vi porterà da nessuna parte e le chiamate non arriveranno mai. Non dimenticate di includere una vostra foto, integrata alla biografia oppure in allegato, con un piccolo accorgimento: che siano foto professionali, serie e di buona qualità…a meno che non abbiate intenzione di fare scherzi agli addetti della Bmg o della Universal.




6.Non mandate nulla se non siete ancora soddisfatti e convinti del vostro lavoro


Il primo presupposto di un buon e valido demo è quello di avere delle canzoni pronte e convincenti: se la voce non funziona, se la registrazione non vi lascia del tutto soddisfatti perchè non è di ottima qualità, se un qualsiasi strumento non vi sembra registrato nel migliore dei modi…allora non mandate nulla.

Molte band infatti finiscono per allegare al cd alcune scuse per giustificare una batteria che non suona bene o un suono non registrato bene, ma di questo passo non andrete molto lontano. La vostra band comincerà a non essere ben vista, per questo atteggiamento poco professionale.Quando infatti avete stabilito le canzoni, i suoni, gli arrangiamenti e tutto ciò che dovrà costituire il vostro demo, fare delle brevi prove prima di iniziare a registrare. Perchè quello che conta, prima ancora dell’immagine e prima ancora di entrare nel music business è la qualità e la professionalità della vostra musica.

” Vuoi aiutare la musica emergente ? Condividi l’articolo tra i tuoi amici musicisti, grazie !! ”

Previous post

"Non c'è fine" il nuovo singolo degli Audiofono

Next post

Gianluca Corrao: il nuovo singolo “Questa vita”

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”