Aiuto EmergentiMedia

Il Press Kit: un’arma fondamentale per band e artisti

Che cos’è il press kit?

Si tratta del vostro biglietto da visita, una sorta di piccolo book o brochure che parla della vostra band e del vostro lavoro, corredato da foto, informazioni, e qualsiasi tipo di supporto necessario a farvi conoscere e promuovervi.

Il più delle volte il press kit è  il primo contatto che avranno con voi un locale in cui intendete suonare,un’agente di promozione musicale, una radio commerciale o un’etichetta che volete colpire.


E’ importante che il vostro press kit riesca ad attirare l’attenzione di chi lo vede e legge


ed è fondamentale sia ben fatto per conquistare sedi per concerti e guadagnare attraverso la propria produzione musicale. Spesso però può accadere anche che il press kit non cada nelle mani desiderate, ovvero al responsabile del club o al promoter musicale di turno.

In molti grandi club, bar e locali non è inusuale che il press kit vada nelle mani di un dipendente che sia un cuoco, un lavapiatti o un cameriere. Stessa cosa per una etichetta o una radio dove il primo filtro lo fa la receptionist. Questo accade perchè il più delle volte i responsabili/manager , oltre ai loro impegni, ricevono anche migliaia di press kit da visionare, così se il press kit attira l’attenzione di un dipendente, questo invoglierà il manager a prestare attenzione sulla quella determinata band. Le moderne tecnologie però offrono la possibilità di creare press kit elettronici musicali e veicolarli tramite il web, specie attraverso facebook, e questo abbrevia i tempi permettendo a manager di accedere ai messaggi e di visionare in tempo immediato i press kit digitali.

Ogni press kit per essere ben confezionato deve avere delle caratteristiche precise, a iniziare da ciò che deve includere

 



 – Musica: è fondamentale che diate un saggio della vostra musica, attraverso un cd registrato in modo professionale oppure attraverso un buon demo con 3 pezzi se si tratta di un press kit inviato via posta. Se invece optate per il digitale, non inviate mp3 in allegato ma un link dove poter ascoltare i vostri 3 migliori pezzi.

– Foto: Alcuni mettono dalle otto alle dieci foto. E’ mio parere che basta una foto a colpire ma dev’essere fatta in maniera professionale. Le foto sono importanti per cogliere l’immagine della vostra band e la vostra presenza scenica. Non esagerate però a concentrarvi su questo aspetto, perchè fondamentale è il punto successivo.

– Biografie, recensioni da articoli e riviste: passiamo alle informazioni sulla vostra band, parlare della vostra formazione, carriera e storia è fondamentale quanto includere nel vostro press kit recensioni che parlino della vostra band. Nella vostra bio non dimenticate i contatti, soprattutto il sito web e social network.Il punto però importantissimo è che la vostra presentazione dev’essere creativa ! Deve colpire chi legge già dalle prime righe altrimenti rischiate di perdere l’attenzione e di conseguenza l’opportunità di essere ascoltati.
Assolutamente NO a copia & incolla selvaggi dalla Bio del vostro sito o pagina social. Siete artisti, siate creativi!

 

Questi elementi sono indispensabili sia che si tratti di un press kit tradizionale e quindi in carta, sia che si tratti di un press kit elettronico.

 

Uno dei vantaggi del press kit tradizionale è quello di poter includere dei gadget per tentare di “ingraziarsi” chi lo visionerà: magari creare anche dei gadget che possono essere utili per il locale in questione o in genere qualsiasi prodotto promozionale. A questo proposito parlando di un press kit cartaceo, dobbiamo parlare anche di imballaggio: per assicurarsi che nulla vada rotto, dati gli elementi inclusi, la soluzione migliore è ricorrere ad una busta imbottita. Se poi questa busta è di un colore “particolare” e diverso da quello che si trova in commercio, puo’ rendere il tutto piu’ visibile. Provate a pensare ad una busta nera con la scritta in giallo “Top Secret” se non desta la curiosità già dal primo istante!

 

Che scegliate un press kit tradizionale o elettronico, ciò che non dovrete mai dimenticare è l’essenzialità: riportare le informazioni più rilevanti. Ricordate che i destinatari sono persone occupate, quindi conviene arrivare subito al sodo, attraverso un lavoro semplice ed essenziale, ma ben fatto.

Facebook Comments

Previous post

Catturare l'attenzione delle etichette discografiche

Next post

GEDDO: “ALIENI” terzo album

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”