Aiuto EmergentiFans

Finanziarsi con il Merchandise: cosa creare, come realizzarlo e come venderlo


Finanziarsi con il Merchandise si puo!


La realizzazione di oggetti di promozione, quali t-shirt, stampe, gadget, cartoline digitali e tutto quello di simpatico ti possa passare per la testa, è qualcosa da non sottovalutare perché richiede sempre l’applicazione di strategie promozionali: dietro ad ogni oggetto si nasconde già il tuo potenziale cliente e l’ occasione in cui poter vendere  materiale promozionale. Per chi sottovaluta questo aspetto, presenterò di seguito alcune motivazioni che preparino alla realizzazione di questo materiale per la band.

Perchè realizzare dei gadget?

Prima di tutto per i i tuoi fans: in post passati abbiamo parlato di come sia importante avere una buona base di fan e in un certo senso “coccolarli”, attraverso contatti interattivi, esclusivi attraverso il web e anche con i gadget. T-shirt, portachiavi, adesivi sono un modo di esprimere la loro passione per quel genere di musica, in particolare per la tu band, oltre ad un modo per identificarsi tra i fan. Pensate a quando nasce l’esigenza di un forum per condividere un’interesse comune, che in questo caso potrebbe essere la tua musica.

In secondo luogo, come già sottolineato prima, è una strategia di promozione quindi valorizza il “brand”: lo rende unico e riconoscibile.

E in ultima analisi, ma non meno importante, è un modo per fare soldi in occasione soprattutto di live show.




Cosa si dovrebbe vendere?


Si può cominciare con la classica t-shirt, il portachiavi fino ad arrivare alle cose più bizzarre, che è poi un modo per attirare ancora di più l’attenzione.

Una buona idea però può essere quella di coinvolgere il tuo pubblico, chiedendo cosa vorrebbero acquistare, magari tramite un sondaggio attraverso i social network proponendo dei possibili gadget oppure lasciando loro libera iniziativa di proposta.

Osservate le altre band che suonano il tuo genere musicale che tipo di gadget vendono: ogni genere identifica un certo tipo di pubblico, con delle sue caratteristiche e aspettative, quindi sviluppare questa capacità di osservazione su gusti e tendenze può tornarvi molto utile.




Tenere d’occhio i costi


Una volta deciso cosa realizzare, i soldi diventano un fattore indispensabile. Per tenerne conto perennemente, ci sono alcune considerazioni da fare:

1. Tenere conto dei costi di produzione totale: valuta quindi quali sono i gadget più costosi e quelli meno costosi, perché l’importo graverà poi sul prezzo finale per il quale dovrai chiederti quanto i tuoi fan siano poi disposti a spendere.

2. Regolarsi con le quantità: questa è un’operazione che in parte valuterai anche con l’esperienza, così da capire quali gadget si vendono di più ed ordinarne le quantità necessarie di conseguenza.

3. Complessità del design: considera anche i dettagli più banali, ad esempio stampare t-shirt in 4 colori ti costeranno di più di uno solo.




Trovare un designer


Se non hai già a disposizione un’idea di grafica e la possibilità di realizzarla, se non hai un amico esperto in Photoshop allora devi iniziare la ricerca di un grafico. Può essere utile anche consultarsi con altre band, così da poterti “raccomandare” o quanto meno indirizzarti a qualcuno di bravo.

Altra idea invece, se hai chiara la grafica da realizzare e ti piace lo stile di un certo artista, scoperto magari anche su internet, allora potresti chiedere a quest’artista di realizzare per te la grafica. Chiedere è sempre lecito !




Trovare un fornitore


Anche in questo caso ti ripropongo le soluzioni precedenti: rivolgiti ad una band che ti indirizzi oppure ricorri al caro amico Google, informandoti su dei produttori di zona e chiedendo loro un preventivo via mail. E’ importante fornire loro tutte le caratteristiche necessarie per realizzare il tuo prodotto, ad esempio nel caso di una t-shirt colore,quantità, il numero di colori richiesti nella grafica, e dove poter consegnare il materiale.




Come vendere?


La vendita dei tuoi gadget può avvenire attraverso contatto diretto e online se disponi di un sito web.
Vendere su contatto diretto può essere un buon modo per arrotondare i guadagni o eventuali spese, sopratutto se gli ingaggi dei primi live sono bassi. L’occasione più prossima quindi sono gli show: è utile informarsi se i locali che ti ospita ha una zona merchandise, perché in caso contrario dovi essere tu ad organizzare uno stand.

Non dimenticare di fare un inventario che ti permetta di appuntare tutto quello che hai ordinato e venduto: sarà più facile così calcolare i guadagni, valutare cosa si è venduto di più e cosa è necessario ordinare.

Facebook Comments

Previous post

Il momento di pensare alla Tournèe

Next post

"Change Reality" il nuovo album degli Egosystema

Alberto

"Se dai un pesce a un uomo, egli si ciberà una volta sola. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà per tutta la vita.”