Band e Redazionali

Fonokit

 

 

Fonokit: La realtà come costruzione dei sensi

Leggi la recensione:

FONO(identi)KIT. Tecnica usata dalla polizia per identificare una persona attraverso il suono della sua voce, consistente nel confrontare, mediante speciali apparecchiature elettroniche, la viva voce della persona con quella non identificata che risulta da una registrazione.”

I Fonokit, sono uno dei gruppi di punta della scena Salentina, fucina di talenti eclettici e avanguardisti. Connotati dall’approccio musicale indie – rock di influenza British i Fonokit sono inclini da sempre alla sperimentazione sonora e allo sviluppo di nuove formule, restando all’interno di un concetto eticamente “punk” inteso come devozione alla semplicità.

Nei Fonokit, testi che prendono spunto dal vissuto reale, si sviluppano in versi dal carattere visionario risonanti sulle corde di una poetica sensibile agli influssi decadenti dei primi anni novanta.

I Video:

Non esiste” è un grido disperato dettato dall’amarezza di un rapporto che finisce.
Un urlo che culmina nella negazione dell’esistenza stessa della persona perché non più governata dal metro delle percezioni umane.

La realtà si traduce perciò in costruzione dei sensi, talmente lontana dall’oggettività da essere spesso ancora più dolorosa.
Il video è stato girato al Faro di Punta Palascia di Otranto e nell’impianto eolico di Lecce per la regia di Fabio Salituro, ed è in rotazione su MTV Italia, MTV Hits e MTV Rocks dal 16 maggio 2011.


Chi Sono io“: terzo singolo tratto dall’album Amore O Purgatorio della band salentina.
Il testo profondo e pungente, reso ancora più trascinante dalla graffiante voce di Marco Ancona, è un invito a smascherarsi, un alla difficile e scomoda ricerca dell’io.
“Chi sono io” è il ritratto di una generazione persa nei miti, senza più fiducia nei valori tradizionali e che ha bisogno di riscoprire il proprio essere per andare avanti.

Per la regia di Gabriele Surdo, il video è stato profondamente ispirato dal testo, in particolare dal verso: “…quel che avevo detto forse non l ho fatto mai, ma chissà’ se un giorno capirò’ cosa c’è’ che fa per me ? che cos’è’ che mi libera? Per trovare un uomo proprio dove sono io.”