Band e Redazionali

Alberto Donatelli: "Arcobaleno di profilo" il nuovo album

Recensione di Giusy

Scrivere di Alberto Donatelli non è semplice, il suo lavoro è cosi pieno di cuore e di spessore che dire a parole cosa la sua musica ti dà non è facile oppure può essere facilissimo …basta dire che la sua musica è splendida.

 

Non è un banale complimento o il mezzo più diretto per dire che è un cantautore di grande talento, ma un’esclamazione spontanea. Mi è piaciuto questo suo “Arcobaleno di profilo“, me lo ascolto e me lo riascolto perchè la musica è come un profumo da respirare a lungo…come un buon sapore da godere piano piano sulle labbra.

Ogni brano mi ha dato la misura del modo di essere di Alberto e di come vive con profondità ogni attimo del suo lavoro e probabilmente della sua vita, quando poi le due cose non sono che un tutt’uno. Bellissime emozioni e bella melodia in “Claudia” uno dei brani che mi sono piaciuti maggiormente ma dire che c’è una vera scelta, una classifica non sarebbe esatto, l’album in tutti i suoi brani esprime unicità. Tutti differenti ma tutti legati.

Canzoni che fai subito tue, come “8 stagioni” che al secondo ascolto ti scopri a canticchiarla, oppure “Siccome sei” nostalgica e dolorosa che ti fa pensare a momenti “no” che hai vissuto e “Tutto qui ” dal testo pieno di frasi che vorremmo aver detto almeno una volta alla persona che amiamo, bella e intensa. Di Alberto viene da dire che è uno di quelli che nascono in vetta alla top ten per definizione. Della sua musica inutile analizzare la parte tecnica perchè sin dalle prime note ti prende il cuore e non ci pensi più perché è perfetta.

Le sonorità sono compatte, la strumentazione è un abbraccio, come se tutti gli strumenti si stringessero l’uno all’altro, è bella questa sensazione all’ascolto di “qualcosa” di massiccio, forte, unito. Una recensione forse stravagante, emozionale, ma credo la miglior cosa per parlare di un personaggio, un musicista cosi particolare, tanto forte e vero da dare senza paura il suo numero di telefono all’interno del suo primo cd, un numero a cui Alberto è sempre reperibile e a cui risponde personalmente.

Di Alberto Donatelli si può solo dire con passione delle sue passioni, io che prima di essere la persona che scrive, sono una donna che non sa vivere senza musica, ammetto di aver subito amato “Arcobaleno di profilo”.

Un doveroso riconoscimento anche alla band “il ROCKificio” formata da Francesco De Chicchis (batteria & percussioni), Roberto Franzò (chitarre soliste) e Duccio Grizi (basso, cori & arrangiamenti) che ha saputo colorare magnificamente la musica di Alberto.

Trovate tutto su Alberto  QUI