Band e Redazionali

The Cyclops…For A Happy Decline

“.. For a Happy Decline” – Recensione

Per i Cyclops “For A Happy Decline” è il primo lavoro, il primo album ufficiale dopo il demo Mechanical Disease; ma ” primo” è un termine relativo, questo gruppo ha quindici anni di musica addosso e nel cuore, passione e tecnica, esperienze, successi…un cammino complesso e ricco che sfocia in queste tracce che sono il condensato di anni dedicati a lei…la musica.

I brani sono lo specchio tagliente della narrazione di fatti, di vita, d’amore, cose vere dette in modo vero. La new wave, e lo stile garage sono il mezzo; sonorità che sono alla base di una strumentazione lineare, incisiva.

Le otto tracce sono come una bella corsa nel vento, suoni forti e caldi, trascinanti, con una batteria eccellente che non invade ma sostiene armonicamente chitarre e basso pieni di passione;  un eccitante percorso che segue un filo logico musicale.

Da “Rubbish Heart” che mi ha conquistato,  a “Too Late” che è la seconda mia preferita, è evidente che tutte le tracce lasciano senza fiato, incalzanti e decise, in rilievo la particolarissima “New York City”.  Esperienza e passione si fondono con armonia e riconducono a gruppi storici del Settanta per qualità e potenza. For A Happy Decline è davvero un eccellente lavoro.

Line up

David Rossi (voce e chitarra),
Luca Forzini (chitarra),
Ludovico Borri (basso)
Lorenzo Bianchini (batteria

Etichetta: woodworm-music.com