Band e Redazionali

Honeybird & the birdies: “You should reproduce!”

Geniali, Originali e Bizzarri
band definita e per definizione geniale, originale e bizzarra, dedita a miscellanee ardite di world music, un impasto appassionato e sfrenato di sonorità brasiliane, indie-rock, punk e tropicale pischedelia.

Le esibizioni di Honeybird & the birdies sono un esplosione di vitalità e colori, di suoni e voci; il gruppo è formato da tre componenti che cantano ballano e suonano, con il ritmo e l’entusiasmo di una festa, i loro strumenti principali sono il Charango uno strumento popolare della Bolivia a dieci corde, e poi la batteria e il basso.

Alla metà di ottobre è uscito un album più originale che mai, già dal titolo si respira aria di unicità: “You should reproduce!”, disco che raggruppa riferimenti  a eventi, viaggi, tragedie, storia, genocidi, in un turbinio di vitalità e in una mescolanza di lingue che donano all’album un respiro universale;  inglese, italiano, dialetto catanese e tedesco si intrecciano e si rincorrono sulla musica.

Tutti i brani si distinguono per la costruzione duttile delle sonorità che spaziano tra tecniche e generi a non finire, mixati, stratificati in sovrapposizioni poliritmiche e in un intreccio di voci, di effetti, di puntate a ritmi etnici, passando per il punk. l’afro, l’indie, il tutto tenuto assieme da un’anima vibrante di batteria e chitarra elettrica. Spiegare questo album  nella sua interezza con le parole è impossibile , bisogna ascoltarlo, farne parte, respirarlo.

Nota: 

Per realizzare l’album, “honeybird & the birdies” è stata la prima band in Italia a superare una quota di oltre 7000 dollari attraverso il finanziamento popolare, coproducendo il disco con 150 utenti del portale di crowdfunding, Kickstarter.

Tracklist

01 – To the Earth’s Core
02 – Elastic Stares
03 – East Village
04 – Where d’ya live yo?
05 – Swimming Underwater
06 – Canopy Dream
07 – Eine Kalte Geschichte
08 – Perejil
09 – Cajaffari
10 – You Should Reproduce